Linguaggio

“Le forme maschili non sono mai state neutre rispetto al genere”

Il dizionario tedesco Duden pone fine al vocabolo maschile generico per indicare le persone: la “dottoressa” non è più la “declinazione femminile di dottore”. La redazione del Duden sta modificando i nomi generici delle persone e delle professioni nel dizionario…

Persone, che spettacolo! Lettera condivisa dal Tavolo di Strada di Torino alla redazione de “Le iene”

Ci rivolgiamo ai conduttori del programma televisivo: “le Iene”, ai giornalisti, alle autorità e a tutti i cittadini. Martedì 23 febbraio è andato in onda un servizio sul triangolo del crack a Torino, girato in luoghi conosciuti dalle associazioni attive…

La censura in era Vittoriana: la miccia che accese la scintilla della creatività letteraria

In una lettera aperta pubblicata nella rivista Harper, 152 scrittori, tra cui JK Rowling e Margaret Atwood, lamentano un clima di “esasperata tendenza alla critica” che si starebbe diffondendo nella cultura liberale. Così questi autori hanno preso posizione nell’attuale dibattito…

L’uso razzista del linguaggio

Il degrado attuale della politica, con un percorso che può portarci in tempi brevi ad un regime fascio-leghista, ha fra le sue radici anche i cedimenti sul terreno del linguaggio. Farò due esemplificazioni. Sono ormai diversi anni che è diventata…

Ipnosi della violenza e narrazioni diverse

Come la versione ipnotica e violenta della realtà che ci viene presentata, ci induce a due tipi di comportamenti, alla rassegnazione o alla reazione violenta.

Le parole hanno un valore

C’è chi dice che siamo nel Kali Yuga, l’era della grande decadenza dello spirito, secondo le Sacre Scritture Induiste, l’epoca in cui è normale non tenere conto della parola data, dove perfino la parola non ha più alcun valore. Se,…

Le scienze del linguaggio al servizio del potere? (parte 1)

…meno si permette alle persone di avere accesso a un’istruzione di qualità, egalitaria, e a un’ informazione multipla, ricca e non di parte, più facile diventa dominarle e sottoporle al potere, e mantenere l’ordine sociale deciso e imposto dall’élite.  …