Africa

21.11.2019

Open Arms salva 73 migranti al largo della Libia

Open Arms salva 73 migranti al largo della Libia

“Soccorsa all’alba una barca alla deriva a rischio naufragio con 73 persone a bordo: 69 uomini, 4 donne, 2 bimbi di 4 e 3 anni e 24 minori che viaggiavano soli. Casi di shock traumatico, ustioni di 2 e 3 grado, ferite da armi da fuoco, ipotermia grave, disidratazione” annuncia… »

20.11.2019

Eritrea: vita da schiavi sotto Afewerki

Eritrea: vita da schiavi sotto Afewerki

La situazione interna all’Eritrea di Isaias Afewerki, al potere dal 1994, si fa sempre più esplosiva. I giovani, schiavi in patria, stanno lentamente abbandonando il Paese. La Chiesa cattolica subisce pesanti ritorsioni, ma il dittatore resta impunito. «Il Servizio militare obbligatorio e a tempo indeterminato in Eritrea è una forma… »

20.11.2019

Parte la piattaforma della Rete delle Università Italiane per il Corno d’Africa

Parte la piattaforma della Rete delle Università Italiane per il Corno d’Africa

Si è riunita per la seconda volta la Rete delle Università italiane per il Corno D’africa, iniziativa lanciata dalla Vice Ministra Emanuele del Re già lo scorso gennaio e convocata ieri presso la sede del Ministero degli Affari Esteri e della cooperazione internazionale. Ne fanno parte, oltre al MAECI… »

18.11.2019

Il rapimento di Silvia Romano, un anno dopo

Il rapimento di Silvia Romano, un anno dopo

Pochissimo si sa della sorte della cooperante italiana, rapita in Kenya e poi trasferita in Somalia, dove potrebbe essere finita in mano ai terroristi di al Shabaab. Lo scorso 30 settembre, secondo una fonte di intelligence, risultava ancora viva. “Silvia è viva e si sta facendo di tutto per riportarla a… »

15.11.2019

Marocco: rapper rischia due anni per le critiche al re

Marocco: rapper rischia due anni per le critiche al re

L’arresto del noto rapper Gnawi sta spaccando il Marocco: il cantante, che di nome fa Mohamed Mounir, è finito in manette a inizio mese per un video in cui insulta la polizia, e per questo l’accusa ha chiesto due anni di carcere e una multa di 500 euro. Parte dell’opinione… »

07.11.2019

Corte penale internazionale, 30 anni di carcere a ex capo di un gruppo armato congolese

Corte penale internazionale, 30 anni di carcere a ex capo di un gruppo armato congolese

Il 7 novembre la Corte penale internazionale ha condannato a 30 anni di carcere Bosco Ntaganda, l’ex capo di un gruppo ribelle della Repubblica Democratica del Congo, tristemente noto come “Terminator”. Si tratta della sentenza più dura emessa finora dal massimo organo di giustizia internazionale. Ruandese, 46 anni, Ntaganda si… »

06.11.2019

Guinea: in piazza diciamo basta ai presidenti a vita

Guinea: in piazza diciamo basta ai presidenti a vita

“Bisogna organizzare nuove elezioni legislative trasparenti, che vengono rimandate da oltre un anno, e il presidente Alpha Condè deve impegnarsi pubblicamente e formalmente a non ricandidarsi per un terzo mandato. Vogliamo un Paese libero, dove i nostri figli possano dire quello che pensano senza essere uccisi o arrestati,… »

05.11.2019

Blitz al Nazareno: “Cancellate i decreti sicurezza di Salvini”

Blitz al Nazareno: “Cancellate i decreti sicurezza di Salvini”

Sono gli attivisti della rete ‘Energie in Movimento’: con le maschere di Zingaretti, Minniti e Orfini hanno criticato l’ambiguità del partito. “Sono passati esattamente due mesi dal giuramento del Governo Conte Bis e le leggi sicurezza pensate, scritte e fortemente volute dall’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini, sono ancora in vigore… »

05.11.2019

Nigeria nord-occidentale: centinaia di migliaia di persone in fuga dalla violenza

Nigeria nord-occidentale: centinaia di migliaia di persone in fuga dalla violenza

Nello stato nigeriano nord-occidentale di Zamfara, gruppi criminali e violenza diffusa hanno costretto alla fuga centinaia di migliaia di persone. Dai loro villaggi hanno cercato rifugio nella città di Anka, dove le équipe di Medici Senza Frontiere (MSF) hanno fornito cure d’emergenza e garantiscono cure mediche di base e distribuzione di generi… »

03.11.2019

Migranti, Civati: Mobilitazione continua finché non chiudono centri libici

Migranti, Civati: Mobilitazione continua finché non chiudono centri libici

“L’annuncio di una commissione è una risposta tardiva e insufficiente alla mobilitazione di migliaia di persone che hanno chiesto lo #StopAccordiConLaLibia. Continueremo a chiederlo finché non saranno chiusi i centri di detenzione in Libia, dove le persone vengono private della libertà, seviziate, torturate, stuprate”. Lo dichiara Giuseppe Civati, fondatore di… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 21.11.19

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.