Ucraina

Un discorso memoriale per contrastare l’antisemitismo

Nella recente visita istituzionale in Ucraina, il presidente israeliano Isaac Herzog ha tenuto un vero e proprio “discorso memoriale”, la cui valenza politica pare evidente, per commemorare l’ottantesimo anniversario del massacro di Babi Yar, una pagina non particolarmente nota tra…

Chernobyl: disinformazione e speculazioni

E’ bastato un pessimo articolo di Science Magazine (https://www.sciencemag.org/news/2021/05/nuclear-reactions-reawaken-chernobyl-reactor) a far dire ai media nazionali che a Chernobyl sono ripartite le fissioni nucleari, notizia che in altri paesi è stata abbastanza snobbata. Secondo l’articolo in questione in un locale non…

La Repubblica Ceca accusa la Russia di terrorismo ed espelle funzionari dell’ambasciata

In base al sospetto che dietro alle esplosioni che colpirono due depositi di munizioni nel 2014 ci fosse la mano di due agenti segreti russi, la Repubblica Ceca ha espulso 18 funzionari dell’ambasciata russa. Secondo il Primo Ministro A. Babis…

Ucraina, la Corte Europea dei Diritti Umani in favore dei manifestanti di “EuroMaydan”

Il 21 gennaio la Corte Europea dei Diritti Umani (CEDU) si è pronunciata su una serie di ricorsi, stabilendo che le autorità ucraine al potere nell’inverno 2013-2014 si resero responsabili di arresti illegali, di sequestri di persona e dell’uccisione di…

Sei anni dalla morte dei giornalisti Andrea Rocchelli e Andrei Mironov: intervista a Cristiano Tinazzi

24 maggio 2014, Andrei Mironov e Andrea Rocchelli, giornalisti inviati a verificare le condizioni dei civili nel conflitto del Donbass, muoiono nelle vicinanze di Slovjansk. Sono trascorsi sei anni da allora, in cui si è cercato di far luce sulla loro morte. Il giornalista e reporter di guerra Cristiano Tinazzi in una intervista ci racconta il frutto di un lungo lavoro d’indagine condotto per oltre un anno, un documento che solleva ancora dubbi e vari punti oscuri su questa brutta vicenda.

Ucraina: legge sulla disinformazione, una minaccia alla libertà di stampa?

“Un grave attacco alla libertà di parola e una grossolana ingerenza nell’attività giornalistica”. Così Sergiy Tomilenko, a capo dell’Unione nazionale dei giornalisti, ha definito la nuova legge sulla disinformazione, presentata lo scorso 17 gennaio al parlamento ucraino. La proposta di…

Rapporto 2019 su produzione mine e bombe a grappolo

Nel mondo ci sono ancora 26 paesi contaminati da questi ordigni tra cui 12 Stati Parte alla Convenzione sulle Munizioni Cluster

Mondo in Cammino minacciata: sospese le missioni in Ucraina

Da mesi Mondo in Cammino stava programmando una missione a Popasna nel Donbass e, grazie ad una fidata signora ucraina residente in Italia, aveva ottenuto i permessi per recarsi in loco, con la garanzia della scorta e della protezione fisica.…

Un Ribelle senza Frontiere – Un uomo un po’ sognatore, un po’ avventuriero, un rivoluzionario senza confini per la libertà dei popoli – Intervista a Gianfranco Castellotti

Un ribelle senza frontiere
La Redazione ABC Junior intervista Gianfranco Castellotti un uomo un po’ sognatore, un po’ avventuriero, un rivoluzionario senza confini per la libertà dei popoli

Forenza: “Decisione gravissima del governo di Kiev su Marc Innaro”

Il corrispondente della Rai a Mosca, Marc Innaro, è stato respinto alla frontiera ucraina, paese in cui si stava recando per coprire le elezioni presidenziali, previste per domenica 31 marzo. Le guardie di frontiera gli hanno rifiutato l’ingresso motivandolo con…

1 2 3 7