Amazzonia

26.09.2016

Brasile: centrali idroelettriche e diritti dei popoli indigeni

Brasile: centrali idroelettriche e diritti dei popoli indigeni

Il giorno 20 settembre, in un discorso pronunciato durante il Consiglio dei Diritti Umani dell’ONU, a Ginevra, l’ambasciatrice brasiliana Regina Maria Cordeiro Dunlop ha affermato che la consulta previa, libera e informata, prevista dalla Convenzione 169 dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, è stata scrupolosamente realizzata dal governo del Brasile nei… »

05.08.2016

I munduruku hanno vinto una battaglia: la diga non si farà

I munduruku hanno vinto una battaglia: la diga non si farà

L’Istituto Brasiliano delle Risorse Naturali Rinnovabili e Ambientali (IBAMA) ha annunciato ieri l’annullamento della licenza di costruzione del mega-progetto di São Luiz do Tapajós, una gigantesca diga idroelettrica che avrebbe stravolto il cuore dell’amazzonia brasiliana. Greenpeace applaude la decisione di annullare questa licenza: la diga avrebbe causato danni irreversibili… »

21.07.2016

Greenpeace in azione in tutto il mondo con un messaggio per Siemens: «Salva il cuore dell’Amazzonia!”

Greenpeace in azione in tutto il mondo con un messaggio per Siemens: «Salva il cuore dell’Amazzonia!”

Dall’Italia al Messico, dal Brasile al Giappone fino alla Germania, nelle ultime settimane Greenpeace è entrata in azione in 16 sedi di Siemens per chiedere al gigante tedesco di non partecipare alla costruzione della diga idroelettrica di São Luiz do Tapajós, mega progetto che devasterebbe il cuore dell’Amazzonia. Questa opera,… »

07.07.2016

Fotogallery Greenpeace in azione a Milano: Siemens rinunci ai mega-progetti in Amazzonia

Fotogallery Greenpeace in azione a Milano: Siemens rinunci ai mega-progetti in Amazzonia

MILANO, 07.07.2016 – Blitz di Greenpeace questa mattina presso una sede di Siemens Italia, a Milano, per chiedere all’azienda di non partecipare alla costruzione di una mega diga idroelettrica nella foresta amazzonica. Degli attivisti sono saliti sul tetto dell’edificio vestiti da animali e alberi della foresta, mentre altri hanno suonato… »

15.06.2016

Amazzonia: indigeni Munduruku delimitano le loro terre insieme a Greenpeace

Amazzonia: indigeni Munduruku delimitano le loro terre insieme a Greenpeace

Gli indigeni Munduruku sono impegnati con l’aiuto di attivisti di Greenpeace in un’operazione informale di delimitazione delle loro terre nel cuore dell’Amazzonia, dove il governo brasiliano intende realizzare la mega diga di São Luiz do Tapajós. Un progetto devastante, che inonderà parte delle loro terre distruggendo una vasta area della… »

18.12.2015

Greenpeace denuncia gli incendi in Amazzonia

Greenpeace denuncia gli incendi in Amazzonia

In Brasile la mafia del legno continua ad appiccare incendi dolosi in aree abitate da comunità indigene che proteggono la foresta amazzonica, per costringerle ad abbandonare i propri territori e continuare ad alimentare i traffici illegali, deforestando in aree protette. È quanto denuncia Greenpeace, che da tempo collabora con alcune… »

22.11.2015

Indios, i custodi dell’Amazzonia

Indios, i custodi dell’Amazzonia

Più della metà delle specie di alberi in Amazzonia sono minacciate, è quanto è emerso  da uno studio a cui hanno partecipato oltre 150 scienziati provenienti da 21 paesi. Finora non vi era mai stata una stima attendibile, sulla reale entità della minaccia alle specie arboree dell’Amazzonia. Lo studio dati alla… »

02.10.2015

Contro la diga che distrugge il popolo Munduruku

Contro la diga che distrugge il popolo Munduruku

Il governo brasiliano progetta di costruire una diga gigantesca per sbarrare la strada al fiume Tapajós, tra i più grandi dell’Amazzonia, sacrificando un’area immensa e ricca di biodiversità allo scopo di produrre energia elettrica. Tuttavia São Luiz do Tapajós, il luogo dove dovrebbe sorgere l’opera, è la patria degli indigeni… »

27.07.2015

Potabilizzatore a energia solare in Amazzonia

Potabilizzatore a energia solare in Amazzonia

Un nuovo sistema a energia solare è stato messo a punto con l’obiettivo di rendere l’acqua potabile a beneficio di 13 comunità amazzoniche isolate che non hanno accesso all’elettricità, fra cui una a Deni, a 25 giorni di barca dalla città di Manaus. Il sistema ideato dall’Istituto nazionale di ricerca… »

05.06.2015

Ecuador, la mano sporca di Chevron: Rigoberta Menchú chiede giustizia

Ecuador, la mano sporca di Chevron: Rigoberta Menchú chiede giustizia

La premio Nobel per la Pace guatemalteca Rigoberta Menchú si é recata mercoledì in Ecuador allo scopo di chiedere giustizia per le vittime e per l’ecosisteme amazzonico nel caso Chevron. Tra il 1964 e il 1990, la multinazionale petrolifera Texaco, oggi fusa con la Chevron, ha perforato e operato 356… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.