America Centrale

Importanti aiuti e cooperazione negli accampamenti dell’ALBA ad Haiti

Nel mezzo dei disordini nella distribuzione degli aiuti internazionale ad Haiti, i primi accampamenti dell’ Alianza Bolivariana para los Pueblos de Nuestra América (ALBA) dimostrano che è possibile mettere fine al caos. Lì la distribuzione è organizzata e la gente locale comincia a recuperare la speranza che è possibile migliorare la situazione a futuro.

E’ dimostrato: “I popoli sono solidali”

I dominicani e le dominicane, abbiamo fatto e faremo quanto è necessario in questo momento di dolore e martirio del popolo haitiano e reclamiamo per tutti loro, per noi e tutti i paesi del mondo: Rispetto per la loro sovranità, per le loro istituzioni, per la loro indipendenza, perché questi principi non sono in vendita, né in gioco, nonostante le migliaia di cadaveri.

Il terremoto di Haiti e l’aiuto reciproco

Più di centomila morti, centinaia di migliaia di feriti e tre milioni di disastrati sono le cifre del terremoto. Il paese è immerso nel caos; non ci sono alimenti, acqua, luce né telefoni. Port-au-Prince, la capitale, è rimasta praticamente in rovina. In mezzo alla distruzione le persone si aiutano le une con le altre nei compiti di salvataggio ed appoggio reciproco.

A San Miguel, l’Equipe base è stata ricevuta dal Governatore e dal Pastore Evangelico

Prima di partire per il Nicaragua, l’Equipe Base della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza ha visitato San Miguel, città in cui sono stati ricevuti dal Governatore Héctor Antonio Cruz Parada e il Pastore Evangelico William Osmar Chamagua, e da attivisti, umanisti, studenti e gente del paesino di San Miguel.

Il Presidente Oscar Arias riceve e appoggia la Marcia per la Pace

L’attuale presidente del Costa Rica e Premio Nobel per la Pace, Oscar Arias, ha ricevuto nella sua residenza una delegazione della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, capeggiata da Rafael de la Rubia, Guillermo Sullings e Mario Gazel. Il Presidente ha ricevuto la delegazione accompagnato dai deputati Alexander Mora ed Edine Van Herold.

La Pace un Diritto Umano

Rafael de la Rubia, portavoce internazionale della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza ha voluto festeggiare il Giorno Internazionale dei Diritti Umani. E l’ha fatto a El Salvador, dove si trova l’Equipe Base attualmente. In un comunicato inviato alla stampa, propone che il diritto alla pace sia considerato un diritto umano.

Lettera aperta di José Manuel Zelaya a Barack Obama

Dall’ambasciata brasiliana a Tegucigalpa in cui si trova, il Presidente deposto dell’Honduras scrive una lettera al Presidente Obama, con cui rende nota la sua decisione di non sottoscrivere alcun accordo di ritorno alla presidenza che mascheri il colpo di Stato, e fa sapere di non condividere l’idea dell’intervento militare come il nuovo terrorismo di Stato del XXI secolo.

L’atleta dominicano, Marcos Díaz, nuoterà contro la povertà da Continente a Continente

Tra maggio e agosto del 2010, lo sportivo dominicano Marcos Díaz, connotato nuotatore di lunga distanza, nuoterà tra tutti i Continenti nel contesto di una campagna per creare coscienza contro la povertà nel mondo. La campagna è appoggiata dalle Nazioni Unite, ha infatti parlato all’ONU delle sfide di quest’iniziativa.

Organizzazioni sociali di Panama rifiutano l’installazione di basi militari statunitensi

Movimenti contadini e indigeni, insieme a organizzazioni di docenti, studenti e lavoratori si sono espressi contro la firma dell’acccordo tra i governi del Panama e degli Stati Uniti, prevista per il 30 ottobre, per la reinstallazione di basi militari. Il progetto sarebbe inquadrato nel Piano Colombia, ora denominato Iniziativa Mérida, progettato dal governo statunitense.

Honduras: progressi nei negoziati

Come riportano entrambe le parti coinvolte nella questione Honduregna, durante i negoziati ci sono stati progressi e i rappresentanti delle delegazioni hanno raggiunto un parziale accordo sulla proposta presentata da Oscar Arias, Presidente del Costa Rica che prevede la formazione di un governo di unità nazionale e lo svolgimento delle elezioni, come programmato per fine mese.

1 31 32 33 34 35