Africa

02.05.2013

I ribelli della Cabinda rinunciano alla lotta armata

cartina: CIA I ribelli della Cabinda, in armi contro il governo da decenni prima di firmare un cessate-il-fuoco nel 2006, hanno deciso di rinunciare alla lotta armata. Lo riferisce il quotidiano Jornal de Angola secondo cui il Fronte per la liberazione dell’enclave della Cabinda (Flec) intende negoziare un accordo… »

29.04.2013

Traffico di esseri umani, una rete criminale dal Corno d’Africa al Golfo

Traffico di esseri umani, una rete criminale dal Corno d’Africa al Golfo

La situazione denunciata dall’inizio dell’anno da numerose agenzie di stampa e organizzazioni per i diritti umani, ma mai trapelata a livello internazionale è quella della tratta di esseri umani che ha luogo in Yemen e in altri stati del Golfo nei confronti delle popolazioni del Corno d’Africa. Questa… »

27.04.2013

In piazza per il superministro, ma i nostalgici di Wade fanno flop

In piazza per il superministro, ma i nostalgici di Wade fanno flop

Martedì 23 aprile, la data della mobilitazione nazionale organizzata dal Partito democratico senegalese (Pds), il partito dell’ex presidente della Repubblica che ha tenuto in pugno il paese dal 2000 al 2012, non è stata scelta a caso. Era il 23 giugno del 2011 quando una folla immensa e inferocita… »

19.04.2013

Burundi: appello dell’ONU a sospendere la privatizzazione della filiera del caffè, incoraggiata dalla Banca Mondiale

Burundi: appello dell’ONU a sospendere la privatizzazione della filiera del caffè, incoraggiata dalla Banca Mondiale

Il relatore speciale dell’ONU sul diritto all’alimentazione, Olivier de Schutter. Fotografia: ONU/Jean-Marc Ferré Due esperti indipendenti dell’ONU hanno lanciato un appello per la sospensione del programma di privatizzazione della filiera del caffè… »

18.04.2013

Yemen: tappa finale e di passaggio delle vittime di tratta

“Un sommerso nel sommerso” si potrebbe descrivere il fenomeno dello sfruttamento e della tratta di esseri umani dal momento che in simile condizione si consumano altri crimini per mezzo della coercizione morale della vittima. Reati a sfondo sessuale, sfruttamento sul lavoro e accattonaggio, lavoro forzato e riduzione in schiavitù,… »

15.04.2013

Prima campagna africana per l’educazione alla nonviolenza

Prima campagna africana per l’educazione alla nonviolenza

E’ cominciata il 13 aprile in 35 paesi africani la raccolta di adesioni alla Prima campagna africana per l’educazione alla nonviolenza, che  inizierà il 2 ottobre 2013 (anniversario della nascita del Mahatma Gandhi e Giornata internazionale della nonviolenza) a Lomé (Togo) e terminerà a Marracuene (Mozambico) il  4 maggio 2014. »

10.04.2013

Senegal, la caccia ai contro natura

Senegal, la caccia ai contro natura

Per tutta la mattina l’ingresso dell’università pubblica di Dakar, Cheikh Anta Diop, è stato il teatro di scontri e cariche tra gruppi organizzati di studenti e reparti scelti della gendarmeria. Pochi giorni fa si era appena spenta la lunga rivendicazione sindacale degli insegnanti senegalesi, sul piede di guerra con oltre… »

10.04.2013

Somalia. Radio Aman, donne che raccontano le donne

Somalia. Radio Aman, donne che raccontano le donne

Raccontare la Somalia e il suo difficile percorso per uscire dal conflitto attraverso la voce delle donne e le loro storie: è il progetto alla base di Aman Radio, la prima emittente radiofonica somala tutta al femminile. Frutto di una collaborazione con la cooperazione finlandese, la radio diventerà polo di… »

10.04.2013

Profughi africani e palestinesi in sciopero della fame in Tunisia

In Tunisia decine di profughi africani provenienti dall’Africa sub-sahariana e undici palestinesi sono impegnati in uno sciopero della fame. Sono soggetti che la Tunisia non intende accogliere e vorrebbero chiedere asilo in Occidente. ‘Imad Muhammad, portavoce dei 41 africani presenti al sit-in davanti alla sede tunisina dell’Alto Commissario… »

08.04.2013

studenti del Niger protestano per l’uranio

Più di 2000 studenti dell’università di Niamey hanno protestato pacificamente per denunciare lo sfruttamento svantaggioso per il paese delle riserve di uranio da parte del gruppo nucleare francese Areva. “Le entrate derivanti dall’estrazione rappresentano solo il 5% del bilancio pubblico del Niger. Il partenariato è troppo squilibrato” ha detto Mahamadou… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.