curdi

25.04.2019

Solidarietà con i curdi in sciopero della fame

Solidarietà con i curdi in sciopero della fame

Rompiamo l’isolamento: è il silenzio che uccide. 11-12 maggio con i 7000 in sciopero della fame!! In questo momento è in corso uno sciopero della fame di massa: nelle carceri della Turchia e non solo circa 7000 persone si trovano in sciopero della fame a tempo indeterminato, 8 persone hanno già… »

22.01.2019

Appello di solidarieta’ alla resistenza del popolo curdo e allo sciopero della fame di Leyla Guven

Appello di solidarieta’ alla resistenza del popolo curdo e allo sciopero della fame di Leyla Guven

Sono ormai più di 70 giorni che la deputata del Partito Democratico Popolare (HDP), Leyla Guven, attualmente in carcere, è in sciopero della fame per chiedere libertà e giustizia in Kurdistan e per denunciare le condizioni disumane delle carceri turche. Lo sciopero si è allargato a 226 detenuti in… »

14.11.2018

Solidarietà bretone per i curdi del campo autogestito di Lavrio in Grecia

Solidarietà bretone per i curdi del campo autogestito di Lavrio in Grecia

Curdi e Bretoni: due popoli che in epoche diverse e con metodi talvolta simili, hanno lottato per difendere la propria dignità e libertà. Si era parlato recentemente di militanti bretoni antifascisti andati a combattere con le YPG contro Isis. Meno noto invece l’impegno solidale e umanitario che la popolazione di… »

02.11.2018

Nuova strage a Kobane. Contraria a ogni norma di diritto internazionale

Nuova strage a Kobane. Contraria a ogni norma di diritto internazionale

Da Kobane in queste ore arrivano video molto simili a quando la città siriana in mano ai curdi veniva attaccata da Isis. Questa volta però le bombe sono sganciate dalla Turchia, il secondo esercito della Nato. Dopo Afrin, Erdogan viola ancora una volta il diritto internazionale e bombarda i villaggi… »

01.08.2018

Firenze approva mozione per la scarcerazione di Abdullah Ocalan, leader curdo in prigione in Turchia

Firenze approva mozione per la scarcerazione di Abdullah Ocalan, leader curdo in prigione in Turchia

“Approvata in Consiglio la risoluzione come riconoscimento del suo personale impegno per la ricerca di una soluzione pacifica al conflitto curdo-turco e un’attestazione di solidarietà verso tutto il popolo curdo”. Questa la dichiarazione delle consigliere Miriam Amato, aderente a Potere al Popolo, e Donella Verdi, di Firenze riparte… »

06.07.2018

Cristina è libera

Cristina è libera

Cristina Cattafesta è finalmente rientrata in Italia oggi, dopo 12 giorni di detenzione presso il centro di espulsione di Gaziantep, in Turchia. Cristina aveva fatto ingresso nel paese giovedì 21 giugno, insieme a una delegazione di sei persone del Coordinamento Italiano a Sostegno delle Donne Afghane (Cisda), per svolgere il… »

22.06.2018

Demirtas: un candidato in carcere

Demirtas: un candidato in carcere

Selahattin Demirtas è il candidato del Partito Democratico dei Popoli (HDP) per le presidenziali turche. L’avvocato e parlamentare curdo, detenuto in isolamento a Edirne dal 4 novembre del 2016, condivide una cella di dodici metri quadri con un altro parlamentare. Per lui si tratta di… »

21.05.2018

Turchia: Demirtas, candidato prigioniero

Turchia: Demirtas, candidato prigioniero

Selahattin Demirtaş, l’ex co-presidente del Partito Democratico dei Popoli (HDP), potrebbe essere scarcerato oggi. Il parlamentare nazionale si trova nel centro di detenzione  F, nella città di Edirne, dal 4 novembre del 2016. Il 9 novembre del 2016 avevo parlato in quest’articolo anche di altri… »

04.04.2018

Paul Larudee: solo i siriani possono creare soluzioni siriane

Paul Larudee: solo i siriani possono creare soluzioni siriane

Paul Larudee è un accademico e operatore per i diritti umani che è sempre stato coinvolto nelle cause del Medio Oriente. Fa parte del Syrian Solidarity Movement. Quali persone e organizzazioni fanno parte del Syrian Solidarity Movement? Il Syrian Solidarity Movement ha diversi membri provenienti da Siria, Libano, Palestina, Stati… »

27.03.2018

I terroristi lasciano Ghouta, i loro cugini islamisti invadono Afrin. Ma il mondo la vede altrimenti

I terroristi lasciano Ghouta, i loro cugini islamisti invadono Afrin. Ma il mondo la vede altrimenti

di Marinella Correggia Ecco: dopo settimane di intensi bombardamenti sventolano ormai al centro della città siriana diAfrin le bandiere del sultano turco Erdogan e dei suoi alleati, i mercenari del cosiddetto Esercito libero siriano (Esl), i “ribelli moderati” cari all’Asse della guerra Nato/Golfo. L’Esl – in realtà inseparabile da islamisti e… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.