Murat Cinar

Uno dei figli di Costantino (non il tronista), nasce nel 1981. Frutto d'amore di una coppia immigrata nella ex città ottomana, lei da Sebastia (Turchia) lui da Batum (Georgia). Cresciuto a due passi dalla vecchia Pera, tra le culture armena ed ebrea. Appassionato di fotografia, cinema, politica ed inevitabilmente giornalismo. Dopo una breve avventura accademica in Finanza Internazionale atterra in Italia nel lontano 2001, prima a Siena poi a Torino, con il desiderio di studiare giornalismo, ma finisce col frequentare il Dams, Cinema e Televisione. Si specializza in riprese e montaggio video, fotografia e, ultimamente, web marketing. Il giornalismo, con tempo che passa, resta in secondo piano, ma non lo abbandona mai. Attualmente e saltuariamente scrive in Turchia per la rivista nazionale KaosGL, per il quotidiano nazionale Birgun e per vari portali di notizie indipendenti come Bianet, Sol e Sendika. In Italia ha scritto per Il Manifesto ed E-il mensile. E' uno dei fondatori del freepress mensile Glob011 e collabora ancora oggi con BabelMed, Prospettive Altre e Pressenza. Finché riesce a ricavare un po' di ossigeno dalla città e qualche ora libera dal lavoro prova a scrivere racconti, non di rado ironici, tratti da ciò che osserva e sperimenta. Cerca di arricchire il suo cammino con Shiatsu, TaiChi e la passione per il Fenerbahçe

18.09.2017

Turchia: proteste contro l’istruzione fondamentalista

Turchia: proteste contro l’istruzione fondamentalista

Oggi in Turchia ha avuto inizio il nuovo anno scolastico. Sono circa 18 milioni di studenti a doversi presentare a scuola per seguire i corsi. Intanto si discutono con forza i contenuti dei nuovi testi scolastici. Il fatto che la teoria dell’evoluzione di Darwin fosse stata rimossa dai testi… »

20.07.2017

Turchia: un anno dal tentato colpo di stato

Turchia: un anno dal tentato colpo di stato

Dal tentativo di golpe finora è passato esattamente un anno. In Turchia ormai quasi niente è come prima. La vecchia patria degli Ottomani ormai vive in Stato d’emergenza da un anno. Dopo il tentativo di colpo di stato fallito il governo ha dichiarato questo stato e l’ha rinnovato… »

09.07.2017

Turchia, si conclude la Marcia per la giustizia

Turchia, si conclude la Marcia per la giustizia

Dopo 24 giorni si è conclusa ieri pomeriggio la “Marcia per la giustizia”. Oggi si attende una manifestazione di massa a Istanbul. Esattamente il 14 giugno un affollato corteo è partito dalla capitale della Turchia, Ankara, per arrivare fino alla capitale industriale del paese, Istanbul. Il giorno dopo l’arresto del… »

29.06.2017

Turchia, la marcia per la giustizia continua

Turchia, la marcia per la giustizia continua

Sono ormai passati 15 giorni dall’inizio della “marcia per la giustizia”. Le strade da Ankara a Istanbul hanno visto sfilare migliaia e migliaia di persone. Ora si attendono gli ultimi chilometri e la grande manifestazione finale. Il giorno dopo l’arresto del parlamentare nazionale Enis Berberoglu, il partito di opposizione CHP… »

19.06.2017

Turchia: marcia per la giustizia

Turchia: marcia per la giustizia

In Turchia è in corso la “marcia per la giustizia”. Una manifestazione pacifica organizzata dal principale partito di opposizione. Migliaia di persone cammineranno per circa un mese da Ankara a Istanbul e forse oltre. Il 14 giugno il parlamentare Enis Berberoglu è stato arrestato e condannato a 25 anni di… »

22.05.2017

Un soldato al costo di 23 centesimi

Un soldato al costo di 23 centesimi

Il 16 maggio il Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump ha ospitato alla Casa Bianca il Presidente della Repubblica di Turchia Recep Tayyip Erdoğan. Dopo circa venti minuti di incontro lontano dalle telecamere i due leader si sono presentati davanti ai microfoni. Teoricamente avevano parlato di una serie di… »

09.05.2017

Turchia:”Non avrete il mio odio”, lettera di un professore licenziato

Turchia:”Non avrete il mio odio”, lettera di un professore licenziato

Ulas Bayraktar è un professore universitario e uno dei membri del consiglio amministrativo dell’Università di Mersin. Bayraktar, come gli altri 1128, è uno degli accademici che ha firmato l’appello per la pace intitolato “Non saremo complici di questo crimine” nel mese di gennaio del 2016 per protestare contro le violazioni… »

24.04.2017

Loro portano luce ovunque vadano

Loro portano luce ovunque vadano

Oggi è il compleanno di mio padre, detenuto in carcere da 6 mesi, mio padre Turhan Gunay e i suoi appassionanti amici, che continuano a portare la loro luce, ovunque vadano. »

16.04.2017

Turchia: referendum, chiusi i seggi, irregolarità e primi risultati

Turchia: referendum, chiusi i seggi, irregolarità e primi risultati

Oggi in Turchia si vota per un cambiamento costituzionale molto radicale. I cittadini sono chiamati alle urne per approvare, solo con un sì o con un no,  un pacchetto composta da 18 punti. La maggior parte dei punti si concentra sull’aumento del potere del Presidente della Repubblica dal punto di… »

12.04.2017

Perché TAP passa proprio dalla Turchia

Perché TAP passa proprio dalla Turchia

Il progetto internazionale TAP (Trans Adriatic Pipeline) è parte di un progetto più grande che comprende diversi Paesi, tra cui la Turchia. Come nasce questo progetto e chi sono gli attori? Nel 2003, su iniziativa della Elektrizitäts-Gesellschaft Laufenburg (EGL), ora denominata Axpo, società attiva soprattutto nel trading di elettricità, gas… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Diritti all'informAZIONE

Video presentation: What Pressenza is...

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Stop Fiscal Compact: firma la petizione!

Stop Fiscal Compact: firma la petizione!

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.