Murat Cinar

Uno dei figli di Costantino (non il tronista), nasce nel 1981. Frutto d'amore di una coppia immigrata nella ex città ottomana, lei da Sebastia (Turchia) lui da Batum (Georgia). Cresciuto a due passi dalla vecchia Pera, tra le culture armena ed ebrea. Appassionato di fotografia, cinema, politica ed inevitabilmente giornalismo. Dopo una breve avventura accademica in Finanza Internazionale atterra in Italia nel lontano 2001, prima a Siena poi a Torino, con il desiderio di studiare giornalismo, ma finisce col frequentare il Dams, Cinema e Televisione. Si specializza in riprese e montaggio video e fotografia. Attualmente e saltuariamente scrive in Turchia per la rivista nazionale KaosGL, per il quotidiano nazionale Birgun e per vari portali di notizie indipendenti come Bianet, SoL e Sendika. In Italia ha scritto per Il Manifesto ed E-il mensile. E' uno dei fondatori del freepress mensile Glob011 e collabora ancora oggi con BabelMed, Prospettive Altre, Caffè dei Giornalisti e Pressenza. Corrisponde per diversi canali radiofonici e televisivi come Radio Onda d'Urto, Radio Blackout, Radio Capo d'Istria, Tgcom24, Radio Città Aperta e Rai. Finché riesce a ricavare un po' di ossigeno dalla città e qualche ora libera dal lavoro cerca di arricchire il suo cammino con Shiatsu, TaiChi e la passione per il Fenerbahçe

Ahmet Kaya, democratico stanco

Ricorre oggi il dodicesimo anniversario della morte di Ahmet Kaya, cantautore rivoluzionario turco; lo ricorda Murat Cinar regalandoci la traduzione inedita in italiano di una sua bellissima canzone. Nasce nel 1957 a Malatya e muore per un attacco cardiaco il…

Pagella della censura della Turchia

Meno di una settimana fa, il canale televisivo privato NTV, che trasmette a livello nazionale, ha mandato in onda un documentario su Leonardo da Vinci. Durante la trasmissione, l’Uomo Vitruviano era provvisto di un organo sessuale appositamente sfocato. Il giorno…

1 16 17 18