Mastodon

Questioni internazionali

Zelaya invita a una protesta nazionale pacifica di 24 ore

Zelaya è rimasto nell’Ambasciata del Brasile da quando audacemente è tornato in Honduras. I golpisti hanno dato al Brasile un termine di dieci giorni. Il Brasile ha rifiutato l’ultimatum e dice che Zelaya resterà nella sua sede diplomatica il tempo necessario. Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha approvato una risoluzione condannando l’assedio all’Ambasciata del Brasile.

Il popolo maori aderisce alla Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza.

I rappresentanti della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza hanno compiuto la loro prima marcia preparatoria insieme a 250 simpatizzanti neozelandesi, tra cui numerose personalità maori. Eccellente partenza per l’equipe base ! Più di 250 persone sono accorse ad accogliere, nel cuore di Auckland, l’equipe internazionale.

Consiglio di Sicurezza dell’ONU approva misura contro la proliferazione nucleare

La misura redatta dagli USA raccomanda nuovi sforzi per un “mondo senza armi nucleari”. Ma voci critiche dicono che la stessa non contiene disposizioni obbligatorie che esigano agli stati con capacità nucleare passi concreti verso il disarmo. La risoluzione non chiede ai paesi nemmeno la cessazione della produzione di materiale destinato alle armi nucleari.

In marcia verso la pace con i premi Nobel e Umberto Veronesi.

Oggi a Roma Umberto Veronesi e Luisa Morgantini hanno partecipato alla presentazione della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza che arriverà nella capitale il 12 novembre. Il giorno prima una delegazione sarà al Summit mondiale dei premi Nobel per la pace a Berlino, dove l’ispiratore della marcia, Silo, ne illustrerà le radici e le motivazioni profonde.

Margherita Hack e la pace

L’astrofisica Margherita Hack, lo scrittore Pino Roveredo, e l’Assessore alle Politiche di Pace della Provincia di Trieste, Dennis Visioli hanno portato il loro messaggio di pace alla conferenza stampa di presentazione della Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, che si è svolta a Trieste nella prestigiosa cornice dello Starhotels Savoia Excelsior Palace.

Alberi per la pace

Su iniziativa dello Stato di Miranda in Venezuela, il 21 settembre scorso è stato piantato un bosco di alberi per celebrare la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza. L’iniziativa ha visto la partecipazione di bambini, adulti e rappresentanti di diverse fedi, che hanno preso parte alla semina in un semplice e commovente evento.

Il Presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad: non abbiamo bisogno di armi nucleari

Poche ore dopo il cambiamento di politica del Presidente Obama di abbandonare lo scudo di difesa antimissile, il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha detto ad Ann Curry di NBC News che l’Iran non ha bisogno di armi nucleari. Durante l’intervista, Ann Curry ha chiesto ad Ahmadinejad se esistono le condizioni per spingere l’Iran a possedere una bomba.

Appoggio a Obama per la sospensione dello Scudo Antimissilistico

E’ un gesto di distensione e di pace molto importante quello del Presidente Obama e vogliamo metterlo in risalto, applaudirlo nel mondo intero. Appoggiamo tutti gli sforzi che sta facendo per avanzare verso il disarmo nucleare mondiale. Invitiamo Barack Obama ad appoggiare la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza insieme ad altri 20 Capi di Stato.

Obama abbandona il progetto dello scudo missilistico difensivo in Europa

Obama ha abbandonato il controverso piano del Pentagono per la costruzione di un sistema di difesa antimissilistica in Europa, che ha teso a lungo i rapporti con la Russia. Ciò rappresenta inoltre un cambio di strategia per arrivare al tavolo dei negoziati. “Europe for Peace” e il Movimento nonviolento ceco contro lo scudo hanno contribuito a raggiungere questo traguardo.

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha invitato i capi di stato a “promuovere iniziative concrete” verso un mondo libero dalle armi nucleari

Con l’approssimarsi della sessione speciale del Consiglio di sicurezza dell’ONU (24 settembre), Abolition 2000 invita i leader del mondo, “a concentrare l’attenzione e promuovere iniziative concrete che riducano il pericolo delle armi nucleari al fine di progredire con decisione verso un mondo libero da tali armi, in base ai 5 punti del piano del Segretario Generale dell’ONU”.

1 209 210 211 212 213 215