Libia

06.04.2018

Dalla parte della solidarietà, della giustizia, dei diritti umani. Con Irpo e la Open Arms

Dalla parte della solidarietà, della giustizia, dei diritti umani. Con Irpo e la Open Arms

Dalle Alpi al Mediterraneo, l’attacco alla solidarietà si sta intensificando in tutta Italia. Comunque vadano i processi contro le ONG e gli operatori umanitari, nei quali la magistratura dovrà dimostrare il rispetto di quella autonomia e di quella indipendenza previste dalla carta Costituzionale, la solidarietà non può arretrare. Di fronte… »

26.03.2018

Sono indignato per quanto sta avvenendo sotto i nostri occhi verso i migranti

Sono indignato per quanto sta avvenendo sotto i nostri occhi verso i migranti

Sono indignato per quanto sta avvenendo sotto i nostri occhi verso i migranti, nell’indifferenza generale. Stiamo assistendo a gesti e a situazioni inaccettabili sia a livello giuridico, etico ed umano. È bestiale che Destinity, donna nigeriana incinta, sia stata respinta dalla gendarmeria francese. Lasciata alla stazione di Bardonecchia, nella notte, nonostante… »

22.03.2018

Petizione per liberare la nave Open Arms

Petizione per liberare la nave Open Arms

La nave dell’ONG spagnola Proactiva Open Arms è al momento sotto sequestro nel porto di Pozzallo. Questa ONG è impegnata a salvare i rifugiati che arrivano in Europa dal mare. Chiediamo il suo rilascio perché l’unica cosa che sta facendo è salvare la vita di centinaia di persone e… »

20.03.2018

Libia, sette anni di sventura Nato

Libia, sette anni di sventura Nato

Sette anni fa, il 19 marzo 2011, iniziava la guerra contro la Libia, diretta dagli Stati uniti prima tramite il Comando Africa, quindi tramite la Nato sotto comando Usa. In sette mesi, venivano effettuate circa 10.000 missioni di attacco aereo con decine di migliaia di bombe e missili. A questa… »

23.02.2018

Sulla pelle dei migranti

Sulla pelle dei migranti

di Fulvio Vassallo Paleologo* Una campagna elettorale tossica, quella in corso in Italia, che si sta combattendo a colpi di fake news e di speculazioni, anche in senso apertamente razzista, sulla pelle degli immigrati in Italia. Rimbalzano così da un canale di informazione all’altro, dati fatti percepire… »

01.02.2018

A un anno dall’accordo Italia -Libia Amnesty denuncia migliaia di persone intrappolate

A un anno dall’accordo Italia -Libia Amnesty denuncia migliaia di persone intrappolate

Alla vigilia del primo anniversario della firma del Memorandum d’intesa sottoscritto tra Italia e Libia il 2 febbraio 2017 per impedire le partenze di migranti e rifugiati verso l’Europa, Amnesty International ha denunciato che migliaia di persone restano intrappolate nei campi di detenzione libici dove la tortura è all’ordine del… »

07.01.2018

Isis: l’isola del petrolio

Isis: l’isola del petrolio

Lo stato islamico di Iraq e Syria denominato (ISIS) o califfato, dal 2011, e dal ritiro delle truppe americane dall’Iraq fino a tutto il 2015, in piena guerra civile siriana, creava un integrato e prospero mercato nero del petrolio proveniente da più della metà degli impianti estrattivi e degli indotti… »

04.01.2018

Migrazioni: una proposta per uscire dall’imbuto

Migrazioni: una proposta per uscire dall’imbuto

Sarebbe troppo semplice e scontato criticare le foto del ministro Marco Minniti con i bambini africani e gli aerei militari alla vigilia di Natale. Si potrebbe farlo a partire dai numeri, 167 “salvati” su oltre 17mila respinti, o sui tempi, perché aver avviato i corridoi con oltre quattro mesi di… »

02.01.2018

La ferma volontà di creare la pace è una grande forza

La ferma volontà di creare la pace è una grande forza

Intervista a Daniele Ganser, storico e irenologo svizzero   ZeitFragen – N ° 31, dicembre 2017 Intervista di Jean-Paul Vuilleumier (Traduzione dal francese per OraproSiria di Gb.P.) Alla fine del 2016, è stata pubblicata in tedesco la prima edizione del libro “Le guerre illegali della NATO. Una cronaca da… »

26.12.2017

Niger: non mitraglie, ma pompe d’acqua

Niger: non mitraglie, ma pompe d’acqua

Alla vigilia di Natale, Paolo Gentiloni ha annunciato di voler trasferire in Niger parte del contingente italiano presente in Iraq. Ed ha dato tre motivazioni per questa scelta: consolidare il paese, sconfiggere il traffico di esseri umani, combattere il terrorismo. Tre situazioni che hanno bisogno di essere analizzate in dettaglio… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


App Pressenza

App Pressenza

Diritti all'informAZIONE

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.