Sea Watch

Sea-Watch e. V. è un’organizzazione umanitaria senza scopo di lucro che svolge attività di ricerca e salvataggio nel Mediterraneo centrale con il supporto della società civile europea. Sea-Watch fornisce mezzi per il soccorso d’emergenza in mare, si batte affinché i governi intensifichino le operazioni di salvataggio, chiede l’istituzione di corridoi umanitari legali e politiche estere volte alla rimozione delle cause all’origine dei massicci processi migratori di questi anni.

Mediterraneo Centrale: allerta SOS MEDITERRANEE, MSF e SEA-WATCH per ulteriori morti in mare senza operazioni SAR a guida europea

SOS MEDITERRANEE, Medici Senza Frontiere (MSF) e SEA-WATCH chiedono con urgenza l’avvio di un’attività di ricerca e soccorso (SAR) gestita a livello europeo nel Mediterraneo centrale per prevenire ulteriori morti. In cinque giorni la Geo Barents, denominata SAR di MSF, e…

La sentenza della Corte di Giustizia UE è una chiara vittoria per il soccorso in mare

Per mesi Sea-Watch 3 e Sea-Watch 4 sono state trattenute per controlli dello Stato di approdo con motivazioni assurde: certificazioni mancanti e troppe persone soccorse. Abbiamo presentato un ricorso. Nella sentenza di oggi, la Corte di Giustizia UE ha dichiarato…

La Sea Watch 3 verso Taranto

Le autorità italiane hanno indicato Taranto come porto di sbarco per la Sea Watch 3 e le 438 persone soccorse. C’è grande sollievo perché i naufraghi potranno finalmente scendere a terra, ma siamo sgomenti: ci aspettano altri due giorni di…

Oltre 400 persone a bordo della Sea-Watch 3

Negli ultimi giorni la Sea-Watch 3 ha effettuato cinque salvataggi in mare. Nell’ultimo Alarm Phone ha segnalato il caso e la nave Imara di @r42sailrescue ha stabilizzato la situazione fino all’arrivo dei soccorritori. Con un’evacuazione medica la Guardia Costiera italiana…

Sea-Watch4: “Abbiamo bisogno di un porto, subito”

A bordo di Sea-Watch4 ci sono attualmente 303 persone. Una donna incinta di 8 mesi e due bambini piccoli sono stati evacuati. La nostra nave non è un ospedale, le persone a bordo hanno bisogno e diritto di sbarcare in…

313 naufraghi a bordo della Sea-Watch 4

Oggi il nostro equipaggio ha salvato 23 persone da una piccola imbarcazione in difficoltà segnalata dal nostro aereo Seabird. Poco dopo 29 persone sono state trasferite dalla Nadir, giacchè la Sea-Watch 4 è attrezzata meglio per prendersi cura di loro.…

Le autorità UE si rifiutano di prestare assistenza, la flotta civile no

Dopo quasi 24 ore di mancata assistenza da parte di Italia e Malta, la #SeaWatch4 ha preso a bordo le 96 persone soccorse dal mercantile Aslihan per prestare l’assistenza e le cure necessarie. Dopo aver soccorso 165 persone in 3…

La nuova nave Aurora di Sea-Watch soccorre più di 80 persone in difficoltà

Ieri sera l’equipaggio di AURORA SAR, composto da sei persone e insieme alla barca a vela NADIR, ha salvato circa 80 persone in difficoltà in mare ed è ora in attesa di un porto sicuro dove possano sbarcare. AURORA è…

Cade anche l’ultima accusa: accolta la richiesta di archiviazione per Carola Rackete: “Fece il suo dovere”

Carola Rackete non ha commesso alcun reato entrando in porto a Lampedusa con i naufraghi soccorsi in mare da Sea-Watch 3. È stato archiviato anche il procedimento penale nei confronti dell’ex comandante della nave, accusata di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e…

Libia, rapporto Onu: sui migranti crimini contro l’umanità

Crimini di guerra e contro l’umanità commessi su migranti, rifugiati e richiedenti asilo “sistematicamente sottoposti a una sequela di abusi dal momento in cui, diretti in Europa, entrano in Libia”. E’ quanto emerge dal rapporto pubblicato dalla Missione indipendente d’inchiesta…

1 2 3