Libano

09.05.2020

Libano, adesso la crisi si fa seria

Libano, adesso la crisi si fa seria

Da alcuni giorni sono riprese le proteste contro la crisi economica e il carovita in Libano. Questa volta la principale protagonista è soprattutto Tripoli, seconda città del paese e uno dei centri urbani più poveri del Medio Oriente. In seguito all’uccisione di Fawas Fouad al-Samman per mano dell’esercito il 27 aprile, lo scorso fine… »

17.03.2020

Libano, lo shiatsu per rivendicare i diritti: la storia di Salwa

Libano, lo shiatsu per rivendicare i diritti: la storia di Salwa

Quando nel 2017 l’associazione Ulaia ha avviato il progetto di formazione «Shiatsu al femminile» nel campo palestinese di Burj Shemali, in Libano, uno dei principali obiettivi era quello di dare una formazione professionale alle partecipanti, di creare opportunità di lavoro. Salwa Ahmad al Hussein ha colto al volo questa… »

21.12.2019

Uniti per ricordare i morti per la libertà in Medio Oriente a Torino

Uniti per ricordare i morti per la libertà in Medio Oriente a Torino

Le attiviste organizzatrici del flash mob Shab-Yalda hanno sfidato, ieri sera, freddo e maltempo per onorare in unità i morti, vittime dei governi mediorientali, rei solo di aver manifestato il proprio dissenso in nome della libertà, dei diritti, e di migliori condizioni di vita per… »

25.11.2019

Profughi: mercoledì 27 novembre nuovo arrivo dal Libano con i corridori umanitari di Sant’Egidio e Chiese protestanti

Profughi: mercoledì 27 novembre nuovo arrivo dal Libano con i corridori umanitari di Sant’Egidio e Chiese protestanti

 Con i nuovi 113 profughi siriani raggiunto il numero di tremila rifugiati arrivati in Europa   A Fiumicino il benvenuto e una conferenza stampa   Mercoledì 27 novembre arriveranno a Roma 113 profughi siriani dal Libano, grazie ai corridoi umanitari promossi… »

11.11.2019

Libano: video di manifestazioni popolari protratte per la terza settimana

Libano: video di manifestazioni popolari protratte per la terza settimana

Le manifestazioni in Libano continuano da 23 giorni, ancora dieci giorni dopo le dimissioni del governo. Scioperi, università chiuse, mancanza di petrolio, ma tutto questo non ferma la gente in strada e non solo a Beirut. Chiedono cambiamenti nel sistema e non nelle politiche, e di affrontare la corruzione. Alcune… »

30.10.2019

Iraq, più di 300 morti. Solidarietà alla popolazione e alla gioventù irachene e libanesi

Iraq, più di 300 morti. Solidarietà alla popolazione e alla gioventù irachene e libanesi

Le comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e le comunità arabe e musulmane aderenti esprimono solidarietà alla popolazione e alla gioventù irachena e libanese che da settimane stanno chiedendo più  democrazia, libertà e politiche a favore dell’occupazione e dell’economia in crisi, causa del caro vita e delle difficoltà per… »

30.10.2019

Il primo ministro libanese si dimette in seguito a proteste di massa

Il primo ministro libanese si dimette in seguito a proteste di massa

In Libano migliaia di persone si sono riversate nelle strade martedì per festeggiare  le dimissioni del primo ministro Saad Hariri, dopo due settimane di proteste di massa contro il governo. “Prima di tutto vogliamo congratularci con il popolo, perché il partito del popolo ha vinto oggi e non un partito… »

24.10.2019

Libano: creative e libere le proteste si riprendono Beirut

Libano: creative e libere le proteste si riprendono Beirut

 In Libano, nell’ottavo giorno di manifestazioni contro la corruzione e il “nizam”, il regime o “sistema” di potere, il presidente Michel Aoun ha pronunciato il suo primo discorso alla nazione dall’inizio delle proteste. Aoun ha precisato che non si dimetterà, ma che e’ disponibile a un dialogo con i rappresentanti… »

23.10.2019

Libano: la popolazione protesta contro la classe politica e le misure di austerità

Libano: la popolazione protesta contro la classe politica e le misure di austerità

Giovedì scorso proteste spontanee anti-governative sono scoppiate in Libano in seguito alle misure di austerità approvate dal governo, e a un gran numero di nuove tasse che hanno incluso le spese sulle chiamate di WhatsApp: centinaia di migliaia di persone hanno inondato le strade furiose con una classe politica… »

01.09.2019

Samir Kassir e la questione dell’infelicità

Samir Kassir e la questione dell’infelicità

"E' l’impotenza la cifra dell’infelicità [...] Impotenza a essere ciò che si ritiene di dover essere. Impotenza ad agire per affermare la propria volontà di esistere, se non altro come possibilità, di fronte all’altro che ti nega, ti disprezza e, adesso, nuovamente ti controlla, ti domina." »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

 

Solidarietà ai tempi del Coronavirus

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.