Iraq

14.01.2020

Chiamata alle armi, la Nato mobilitata su due fronti

Chiamata alle armi, la Nato mobilitata su due fronti

Lo spiegamento di forze Usa in Europa, in aprile-maggio, per la Defender Europe 20. NATOME: così il presidente Trump, che si vanta del proprio talento nel creare acronimi, ha già battezzato lo spiegamento  della Nato in Medio Oriente, da lui richiesto per telefono al segretario generale dell’Alleanza Stoltenberg. Questi ha immediatamente… »

13.01.2020

Qassem Soleimani: ce lo racconta Azam Bahrami attivista iraniana per i diritti umani.

Qassem Soleimani: ce lo racconta Azam Bahrami attivista iraniana per i diritti umani.

Chi è Qassem Soleimani? Per capire chi fosse Soleimani  occorrono alcune premesse. Ali Khamenei è la figura politico-religiosa più importante dell’Iran, è l’uomo più potente dell’Iran, ma la sua non è una posizione elettiva democratica, nel senso che non viene eletto tramite votazioni politiche, è la guida suprema, che viene… »

08.01.2020

Non rassegniamoci alla guerra, non collaboriamo al male

Non rassegniamoci alla guerra, non collaboriamo al male

Mentre nei giorni scorsi ci scambiavamo gli auguri per un felice anno 2020, in Libia e in Iraq i signori che hanno interesse a continuare le guerre, hanno buttato benzina sul fuoco, innalzando il rischio di una guerra fuori controllo, nel Medio Oriente e nel Mediterraneo orientale. In Libia le… »

04.01.2020

Per il Diritto Internazionale l’azione di Trump configurabile come atto criminale e terrorista

Per il Diritto Internazionale l’azione di Trump configurabile come atto criminale e terrorista

Una breve analisi geopolitica e dal punto di vista del Diritto Internazionale sull'assassinio mirato del generale iraniano Soleimani. »

03.01.2020

Bernie Sanders condanna duramente l’attentato a Suleimani

Bernie Sanders condanna duramente l’attentato a Suleimani

In un incontro elettorale in Iowa nel municipio di  Anamosa Bernie Sanders, attualmente candidato alle primarie democratiche, ha duramente condannato l’attentato che ha ucciso Qassim Suleimani ed un’altra decina di persone  ieri a Baghdad. Sanders ha ricordato la sua opposizione alla guerra in Irak e ha ricordato i morti statunitensi e gli… »

21.12.2019

Uniti per ricordare i morti per la libertà in Medio Oriente a Torino

Uniti per ricordare i morti per la libertà in Medio Oriente a Torino

Le attiviste organizzatrici del flash mob Shab-Yalda hanno sfidato, ieri sera, freddo e maltempo per onorare in unità i morti, vittime dei governi mediorientali, rei solo di aver manifestato il proprio dissenso in nome della libertà, dei diritti, e di migliori condizioni di vita per… »

12.12.2019

Piazza Tahrir, rivolta d’ottobre. Che cosa succede in Iraq – dibattito a Torino

Piazza Tahrir, rivolta d’ottobre. Che cosa succede in Iraq – dibattito a Torino

“In tutte le piazze dell’Iraq, come in piazza Tahrir a Baghdad, vi è una piccola patria, una patria vera e propria in cui c’è un unico popolo, solidale e collaborativo. Gli iracheni volevano una patria, e nel volerlo l’hanno realizzata, proprio nelle piazze dove manifestano”  Gassid Mohammed… »

30.10.2019

Iraq, più di 300 morti. Solidarietà alla popolazione e alla gioventù irachene e libanesi

Iraq, più di 300 morti. Solidarietà alla popolazione e alla gioventù irachene e libanesi

Le comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e le comunità arabe e musulmane aderenti esprimono solidarietà alla popolazione e alla gioventù irachena e libanese che da settimane stanno chiedendo più  democrazia, libertà e politiche a favore dell’occupazione e dell’economia in crisi, causa del caro vita e delle difficoltà per… »

30.10.2019

Iraq, Jabbar: è rivoluzione degli studenti, e non piace all’Iran

Iraq, Jabbar: è rivoluzione degli studenti, e non piace all’Iran

“È la rivoluzione degli studenti e di chi pur avendo potuto studiare non ha lavoro ne’ prospettive a causa del settarismo e della corruzione che tengono in ostaggio il Paese”: Mustafa Jabbar, coordinatore in Iraq dei progetti della federazione del volontariato Focsiv, parla con la Dire dei… »

21.10.2019

Iraq: Amnesty International chiede di porre fine alle minacce, alle sparizioni forzate e alle violenze contro gli attivisti

Iraq: Amnesty International chiede di porre fine alle minacce, alle sparizioni forzate e alle violenze contro gli attivisti

Le autorità irachene devono immediatamente porre fine a una incessante campagna di intimidazioni e aggressioni contro gli attivisti di Baghdad e rendere noto dove si trovino le persone, tra cui un medico e un avvocato, scomparse quasi due settimane fa. »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 18.01.20

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

Chiudiamo le pagine di chi spegne i sorrisi

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.