Gabriela Amaya

Editrice e redattrice in spagnolo. Gabriela Amaya partecipa a Pressenza dall'inizio. Ha lavorato in radio e giornali ed ha deciso,da molti anni, di fare il suo lavoro come professionista volontaria al servizio della pace e della nonviolenza. Collabora con associazioni e coordinamenti appoggiandoli nell'azione giornalistica.

Luz Jahnen: vendetta e riconciliazione

Ripubblichiamo, questa volta trascritta, l’intervista rilasciataci da Luz Jahnen sulla vendetta, elemento alla base della cultura occidentale, e sulla riconciliazione come modo per superarla. Elementi che questo umanista tedesco ha profondamente analizzato, condividendo poi queste analisi e le sue esperienze…

“Il momento è ora”. centinaia di migliaia di persone alla marcia del cambiamento

di Gabriela Amaya e Federico Barrago. Con lo slogan “Il momento è ora”, la Marcia del Cambiamento si è appena conclusa. Centinaia di migliaia di persone hanno inondato il centro di Madrid ripetendo “Sì, si può”. In un giorno di…

Continua l’occupazione della cattedrale di Badajoz

I Campamentos Dignidad de Extremadora hanno occupato il 23 dicembre scorso la cattedrale di Badajoz contro la disoccupazione e il precariato e per un reddito universale di base. Varie associazioni li stanno appoggiando per evitare lo sgombero. Alla vigilia di…

Primo matrimonio gay in Turchia

Il 2 settembre 2014 Ekin Keser e Emrullah Tüzün, due giovani turchi, si sono sposati in un paese in cui il matrimonio tra persone dello stesso sesso è proibito. Lo hanno fatto circondati di amici, navigando nel Bosforo in una…

Baci davanti alla cattedrale di Malaga contro l’omofobia religiosa

Giovedì 23 gennaio 2014, l’Asamblea Antipatriarcal di Málaga ha convocato davanti alle porte della cattedrale una manifestazione a base di baci contro l’omofobia religiosa del Cardinale Fernando Sebastián Aguilar, eletto da poco. L’appello lanciato attraverso le reti sociali dice: Davanti…

Due giornalisti spagnoli arrestati per aver fotografato violazioni da parte della polizia

Per oggi sono state convocate nuove mobilitazioni in segno di protesta per la detenzione dei due fotografi spagnoli, Adolfo Luján e Raúl Capín, arrestati senza motivo e solo per essere stati testimoni di episodi di violazioni da parte della polizia.…

Il santuario di Kintuante: un simbolo della repressione nei confronti del popolo mapuche

Mentre la preoccupazione di gran parte della società cilena ruota intorno alle prossime elezioni che si terranno quest’anno, o all’inizio della prossima telenovela serale o il reality show di turno o anche alla soddisfazione del vorace e smisurato consumo, quella…

La Marea Cittadina è diventata uno tsunami

La Marea Cittadina ha portato per strada in tutta la Spagna centinaia di migliaia di persone, per manifestare il rifiuto della corruzione e del colpo di stato finanziario, che si è tradotto in appoggio alle banche con fondi pubblici, tagli…

Spagna: i pompieri si rifiutano di partecipare agli sfratti

La decisione di non partecipare più agli sfratti è stata presa dai pompieri catalani dopo che a A Coruña un gruppo di pompieri della Galizia si era rifiutato di partecipare allo sfratto di una donna di 85 anni, Aurelia Rey,…

Un lavoratore in sciopero della fame e altre cinquanta persone si “trincerano” nell’ Hospital de la Princesa di Madrid

Il 21 dicembre un lavoratore ha cominciato uno sciopero della fame e una cinquantina di persone, tra cui personale sanitario, abitanti della zona e pazienti hanno deciso di “trincerarsi” al dodicesimo piano di questo ospedale. Chiedono le dimissioni del gestore,…

1 2 3 4 5