Con una breve cerimonia alle Nazioni Unite a New York l’Austria ha consegnato i documenti ufficiali di ratifica del Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari.

La procedura di ratifica era iniziata con la votazione all’unanimità avvenuta al Consiglio Nazionale Austriaco il 21 marzo scorso.

Beatrice Fihn, Direttrice Esecutiva di ICAN, celebra questo risultato: “La leadership in materia di diplomazia e disarmo consiste nel concludere accordi e trattati, non nello strapparli. Nel giorno in cui gli Stati Uniti potrebbero ritirarsi dall’Iran Nuclear Deal, sono grata per l’azione austriaca a favore del disarmo nucleare”.

Nadja Schmidt di ICAN Austria, è “molto lieta di vedere che l’Austria ha ratificato il TPAN, tra i primi dieci paesi a farlo. Si tratta di un enorme successo per la nostra campagna nazionale. L’Austria continua a dimostrare la sua volontà di svolgere un ruolo di primo piano nell’eliminazione delle armi nucleari (per un mondo senza armi nucleari). Invitiamo il nostro governo e il nostro parlamento a mantenere questo forte impegno in futuro”.

In questo momento sono 9 le nazioni che hanno già completato la procedura di ratifica sulle 50 che sono necessarie affinché il Trattato entri in vigore. Sono ad oggi 58 quelli che hanno firmato.