Mastodon

Questioni internazionali

Alla luce del terremoto in Giappone Mondo senza Guerre chiede di porre fine all’uso dell’energia nucleare

Il terremoto in Giappone e la conseguente fusione dei reattori nucleari ha scatenato il timore di una catastrofe nucleare senza precedenti. Con l’avvicinarsi del 25° anniversario del disastro di Chernobyl, che secondo fonti non legate all’industria ha causato 950.000 morti, il portavoce di MSG parla dell’uso dell’energia nucleare.

Mubarak, afferrato al potere nonostante la pressione di El Baradei

La folla, sfidando carri armati e aerei che volano bassi, ascolta la voce del moderato Mohamed el-Baradei: “Il cambiamento non fa marcia indietro, abbiamo recuperato la libertá”. Americani ed europei hanno tollerato per decenni il leader egiziano, come garante di una stabilità ottenuta attraverso la violazione dei diritti umani, e in parte lo hanno addirittura lusingato.

Un anno dopo la marcia mondiale per la pace e la non violenza

Un anno dopo la marcia mondiale per la pace partita da Wellington, in Nuova Zelanda, è stato presentato a Toledo il libro dove è riportato tutto quello che è accaduto in oltre 3 mesi di marcia e durante la preparazione ad essa. Di seguito sono riportate le parole di Tony Robinson, portavoce ufficiale di “mondo senza guerra e violenza”.

Mario Rodriguez Cobos – Silo, fondatore del Nuovo Umanesimo. 6 gennaio 1938 – 16 settembre 2010

Mario Rodriguez Cobos – più comunemente conosciuto come “Silo” – il prolifico autore argentino e fondatore del Movimento Umanista che ha attivisti in oltre 100 Paesi in tutto il mondo, è morto oggi nella sua città natale di Mendoza (Argentina), circondato dai membri della sua famiglia, dopo aver combattuto per molti mesi contro l’insufficienza renale.

Messaggio per gli amici rimpatriati. Molte grazie!

Il 29 novembre 2009, Alicia, Pasqual e Alberto sono stati rapiti da Al Qaeda nel sud della Mauritania, durante il viaggio della Carovana della Solidarietà, che l’Associazione Acció Solidària di Barcellona, organizza ogni anno, per trasportare materiale di supporto per i progetti di 36 associazioni catalane in Marocco, Mauritania, Gambia e Senegal. Oggi sono stati rilasciati.

Cosa è rimasto dopo la guerra in Iraq

Lo scorso 19 agosto l’ultima brigata dell’esercito statunitense ha lasciato l’Iraq. Erano le 13.30 di giovedì quando i soldati della quarta brigata Stryker della 2° Divisione della Fanteria attraversavano la frontiera con il Kuwait. In Iraq sono rimasti 56 mila soldati con mansioni di stabilizzazione, come la formazione delle forze armate e di polizia irachene.

Discipline nei Parchi di Studio e Riflessione

Fin dall’antichità l’essere umano ha cercato procedimenti capaci di portare verso stati di coscienza eccezionali, ispirati, caratterizzati da una maggiore lucidità mentale, grande commozione e profonde comprensioni capaci di trasformare completamente il Senso della realtà, della vita e della morte… Appuntamento il 14 agosto 2010 nei Parchi di Studio e Riflessione.

Incontro simultaneo in 13 Parchi di Studio e Riflessione

Sabato 17 luglio, persone di diverse culture e localita’, simultaneamente, in 13 Parchi di Studio e Riflessione del mondo, realizzeranno un incontro, che rappresenta la pietra miliare che segna il cambiamento di tappa per circa 1.500 Discepoli, che hanno realizzato i loro lavori disciplinari per accedere agli spazi Profondi della coscienza umana.

Palestinian Window: uno squarcio sulla Palestina

Oltre 50 persone tra israeliani, palestinesi e internazionali hanno assistito alla prima proiezione pubblica di Palestinian Window, un film prodotto dall’Alternative Information Center (AIC) e dalla Coalizione di Advocacy per la Palestina e le Alture del Golan occupate (OPGAI) che racconta l’identità palestinese tra memorie, realtà e lotta.

Via terra, via mare e per aria si distribuiscono aiuti ai cileni

Mentre il governo, via terra, via mare e con gli aerei, porta nelle zone della catastrofe, negli ospedali di campagna, nelle tende, acqua, viveri e gli aiuti necessari per la sopravvivenza dei danneggiati, il Cile riceve le visite di Lula e di Clinton che portano il loro appoggio per il ristabilimento delle comunicazioni.

1 206 207 208 209 210 218