Mastodon

Questioni internazionali

Reporter senza frontiere scrive a Jack Dorsey di Twitter per chiedere di rinunciare a collaborare con i censori della rete

In seguito all’annuncio del 26 Gennaio 2012 sulla nuova politica di regolamentazione di Twitter, che ha deciso di mettere in atto una censura geo-localizzata del network, Reporter senza frontiere scrive una lettera aperta a Jack Dorsey, Amministratore Delegato di Twitter, per dimostrare profonda inquietudine e chiedere di rivedere questa decisione liberticida.

Il fiasco degli spioni francesi a Homs

Mentre Parigi accusa Damasco di aver organizzato l’omicidio del giornalista TV francese Gilles Jacquier ad Homs, un gruppo di giornalisti russi ha appena presentato una versione dei fatti molto diversa. Secondo le loro indagini condotte sul posto, il signor Jacquier guidava sotto la copertura della stampa,

L’ Iran avverte gli Stati Uniti di stare lontani dal Golfo Persico

L’Iran avverte che ci saranno reazioni se la flotta statunitense tornerà nel Golfo Persico. Nel frattempo, la Francia preme affinché i Paesi europei si schierino con gli Stati Uniti per congelare i capitali della banca centrale iraniana e imporre l’embargo sulle esportazioni di greggio.

E’ guerra in Sud Sudan

Il nuovo nato Sud Sudan affronta il pericolo di una dilagante guerra interetnica dopo il crescendo di scontri tra due maggiori gruppi tribali che ad oggi hanno già causato la morte di un migliaio di civili.

Somalia: reporter ucciso a Mogadiscio; è il quarto dall’inizio dell’anno

Reporter Sans Frontières esprime profonda solidarietà ai i familiari e ai colleghi del giornalista Abdisalan Sheikh Hassan, assassinato ieri da un uomo in divisa militare nel quartiere Hamar Jajab di Mogadiscio.

Francesco Azzarà è libero

Emergency ha anninciato di aver avuto conferma ufficiale che Francesco Azzarà è tornato a essere un uomo libero.

Francesco era stato rapito il 14 agosto scorso a Nyala, in Darfur, dove lavorava presso il Centro pediatrico di Emergency.

Nazioni Unite dalla paura

Storicamente, i difensori dei Diritti Umani hanno rispettato e avallato le risoluzioni ONU dando legittimità ad un organo che si presentava come espressione di pluralismo e uguaglianza tra i le nazioni. Questi presupposti sono scomparsi e l’ONU è divenuta un’organizzazione sottoposta ai capricci e agli interessi dei membri del Consiglio di Sicurezza.

Per un Afghanistan libero, indipendente e democratico

Reporters sans Frontières, insieme alle organizzazioni per la difesa della libertà di espressione e ai sindacati dei giornalisti dell’Afghanistan lanciano un appello affinché in occasione della conferenza di Bonn venga assunto un fermo impegno a difesa del diritto di espressione e della libertà di stampa.

Modelli allo sbando

I modelli sociali della seconda metà del XX secolo erano basati da un lato sul comunismo socialista, sulla via tracciata dall’Unione Sovietica ma che, nella folle corsa agli armamenti, ha perso la rotta lasciando il popolo in secondo piano, e dall’altro lato un capitalismo misto, con paesi dove lo Stato era forte e altri dove lo Stato era sparito.

Comunicato stampa dei cittadini che occupano il parvis de la Défense

15 novembre 2011.
Dal 4 novembre, il quartiere della Défense ha visto insediarsi un accampamento, simbolo della riappropriazione e dell’occupazione dello spazio pubblico da parte di numerosi cittadini Indignati. Da 12 giorni, un centinaio di persone si danno il cambio per mantenere vivo l’accampamento, nell’ottica della costruzione di una democrazia più giusta e più diretta.

1 201 202 203 204 205 215