media mainstream

Climate social camp – “La grande cecità”: come raccontare i cambiamenti climatici nei media

Venerdì pomeriggio della scorsa settimana, dopo il corteo della mattina, si sono svolti gli ultimi due appuntamenti del Climate Social Camp; due conferenze presso l’aula magna del Campus Luigi Einaudi. La conferenza sul racconto dei cambiamenti climatici nei media era…

Guerra e rifugiati: dal Bangladesh all’Ucraina, l’ipocrisia dei media

Quante guerre sono state combattute nel mondo dal marzo 1971 a dicembre – dal tempo della sanguinosa guerra di liberazione del Bangladesh al marzo 2022. Quanti milioni di persone innocenti sono stati costretti a lasciare la loro patria per spostarsi…

Giornalisti in Grecia: quello che viene diffuso dai media mainstream non è giornalismo

Noi, operatori dei media, giornalisti, fotoreporter e tecnici dichiariamo che ciò che viene diffuso dalla maggior parte dei media mainstream non è giornalismo e non ha nulla a che vedere con il bene comune dell’informazione pluralistica. Si tratta di una…

Il motivo per cui i media indipendenti sono così importanti

#FreeAssange! Questa richiesta dovrebbe essere letta su tutti i giornali, sentita in tutte le radio e vista in tutte le televisioni, ma la maggior parte dei media mainstream non ne parla e se lo fa, di solito lo trasforma in…

Lo zampino della CIA nelle elezioni brasiliane

Di Marcelo Zero1   La crescita del fascismo bolsonariano nelle fasi conclusive della campagna elettorale, che ha messo il turbo con una valanga di notizie false diffuse su internet, non è sorprendente. È una vecchia tattica sviluppata dalle agenzie di…

Cabras, M5S: si scrive GEDI e si legge YETI?

Il gruppo editoriale GEDI è in crisi. GEDI è uno dei principali operatori italiani nel settore dei media, è anche quotato alla borsa di Milano. Editore di La Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX, 13 testate locali, il settimanale L’Espresso…

Stiamo subendo una grave restrizione della libertà di espressione

Krystyna Schreiber è una giornalista e scrittrice tedesca che vive a Barcellona dal 2002. Lavora per dei media internazionali e pubblica libri sull’attuale situazione politica in Catalogna. Ha ricevuto il Premio Giornalistico 2016 per “Tradurre l’Indipendenza” dall’Istituto delle Regioni d’Europa.…

Per una rete di informazione nonviolenta

Durante la riunione della redazione di Pressenza, pochi giorni fa, abbiamo dibattuto con vari amici sul tema di come dare risposta a un sistema mediatico (il coriddetto mainstream) che sta diventando in molti casi sempre più orientato dalla propaganda, cercando…

I sondaggi: profezie che si autoavverano? Non più!

Che cosa hanno in comune il dopo-Brexit, il dopo-Trump, e il dopo-Renzi? Semplice: tutti si sono meravigliati. Chi con delusione, chi con sollievo, ma comunque proprio tutti si sono meravigliati che i sondaggi avessero pronosticato l’esito opposto. Allora dovremmo concludere…

Sosteniamo chi racconta dal basso, la storia di AgoraVox

Nel 2012 Davide Falcioni ha raccontato l’occupazione pacifica di un’azienda in Val di Susa durante alcune proteste del movimento No Tav ritrovandosi infine accusato per violazione di domicilio In queste settimane AgoraVox Italia ha lanciato una campagna di sostegno a…