Mali

26.09.2018

Mali: il paese sconvolto da nuove violenze. Almeno 19 nomadi Tuareg disarmati uccisi

Mali: il paese sconvolto da nuove violenze. Almeno 19 nomadi Tuareg disarmati uccisi

Non trova pace il Mali, dove negli scorsi giorni sono stati uccisi da un gruppo di assalitori non identificati almeno 19 nomadi Tuareg disarmati. Martedì 25 settembre un gruppo di motociclisti ha attaccato due accampamenti di nomadi Tuareg del gruppo degli Ibogholitane a 45 km dalla città… »

10.08.2018

Mali: nuova ondata di violenza oscura le elezioni presidenziali

Mali: nuova ondata di violenza oscura le elezioni presidenziali

14 morti in un attacco ai Peul: dall’inizio dell’anno si contano 317 morti A pochi giorni dal ballottaggio per le elezioni presidenziali in Mali si registra una nuova escalation di violenza tra la popolazione appartenente ai gruppi etnici dei Peul e dei Dogon nel centro del paese. Lo scorso 9… »

19.07.2018

Mali, la sfida di Djébou, candidata presidente: pace e diritti

Mali, la sfida di Djébou, candidata presidente: pace e diritti

C’è una sola donna tra i 24 candidati per le elezioni presidenziali che si terranno il Mali a fine mese. Si chiama Djeneba N’Diaye, per tutti Djébou, è madre di famiglia e imprenditrice. Ha lanciato la campagna elettorale a Kidal, capoluogo del nord roccaforte delle milizie islamiste, dove nessun candidato presidente aveva osato tenere… »

16.06.2018

Africa, una storia da riscoprire. 3- I Dogon del Mali, un popolo straordinario

Africa, una storia da riscoprire. 3- I Dogon del Mali, un popolo straordinario

Chi sono i Dogon? Da dove vengono? Non abbiamo tanti elementi su di loro, ma sicuramente ebbero un legame con i primi popoli che si stabilirono in Egitto. Poi, nel XIII secolo, all’epoca dell’Impero del Mali, scesero verso l’Africa occidentale, dove la famiglia dell’imperatore Sundiata Keita sembrava proteggerli. Dopo la caduta dell’impero, nel XIV secolo, fuggirono nella falesia di Bandiagara,… »

24.05.2018

Mali, l’Onu: da febbraio 4.500 i profughi accolti in Burkina Faso

Mali, l’Onu: da febbraio 4.500 i profughi accolti in Burkina Faso

L’Unhcr, l’Alto commissariato Onu per i rifugiati, fa sapere tramite il proprio profilo Twitter di aver accolto un altro convoglio di richiedenti asilo proveniente dal Mali, nel campo profughi di Mentao, in Burkina Faso. Da febbraio l’agenzia Onu ha assistito già 4.500 richiedenti asilo maliani a cui ha offerto protezione,… »

19.05.2018

Il Mali, il Niger e l’Europa

Il Mali, il Niger e l’Europa

Missioni militari, di addestramento e investimenti crescenti: i rapporti dell’Europa con il Sahel. di Alice Pistolesi Mali, Niger e in generale il Sahel sono al centro delle attenzioni europee. A preoccupare Bruxelles il traffico di droga, il terrorismo e, non ultimi, i flussi… »

16.04.2018

Aiutare i migranti, un dovere morale in questo momento difficile e oscuro

Aiutare i migranti, un dovere morale in questo momento difficile e oscuro

Antonella Freggiaro, dell’associazione Abarekà, è stata di recente in Mali. Parliamo  con lei della situazione del paese e delle attività che sta svolgendo in Italia a favore di migranti e rifugiati. In che situazione si trova attualmente il Mali? Purtroppo la guerra in Mali (dimenticata dai media e di cui… »

26.09.2017

Venti di cambiamento in Mali: il fenomeno Ras Bath

Venti di cambiamento in Mali: il fenomeno Ras Bath

L’attivista maliano Mohamed Yossouf Bathily alias Ras Bath è diventato un riferimento per la maggior parte dei giovani del Mali, che lo ritengono ormai la loro guida.  Condannato per incitazione alla disobbedienza civile, Ras Bath è portavoce della richiesta di un cambiamento radicale. Lo abbiamo incontrato  domenica 24 settembre dopo… »

28.06.2017

Adama Kanouté, l’insostenibile peso della disperazione

Adama Kanouté, l’insostenibile peso della disperazione

E’ passato poco più di un mese da quando, in una tranquilla domenica mattina di inizio maggio, Adama Kanoutè, un ragazzo di 31 anni proveniente dal Mali, ha deciso di togliersi la vita impiccandosi davanti ai passanti alla Stazione Centrale di Milano.  Domenica 18 giugno (grazie al contributo delle associazioni… »

03.12.2016

Una via alternativa alle armi

Una via alternativa alle armi

«Sono nato il 7 novembre 1980 a Tarkint, un piccolo accampamento nomade a 200 Km dalla città di Gao. Sono nato sotto le stelle, perché non c’erano centri sanitari. La mia è una famiglia di allevatori nomadi, ci occupavamo dei nostri animali spostandoci di pascolo in pascolo. Sono targui, del gruppo… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


video 10 anni Pressenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.