Con la firma di Nauru sono diventati 80 gli stati firmatari del Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari (TPAN).

Nello stesso tempo, come informa ICAN, sono in corso di perfezionamento le ratifiche di Irlanda e Paraguay che arriveranno presto insieme a quella di Nauru stesso.

Queste notizie fanno pensare che gli stati che hanno ratificato saliranno rapidamente a 36, avvicinando ulteriormente l’obiettivo di arrivare ai 50 necessari all’entrata in vigore del trattato.

In questo senso, in un tweet Beatrice Fihn, Direttrice Esecutiva di ICAN, ha sottolineato la presa di posizione di Papa Francesco nella sua visita in Giappone a Hiroshima e Nagasaki.