“L’inizio della fine delle armi nucleari”: presentata la prima a Kyoto, Giappone

04.10.2019 - Kyoto, Giappone - Pressenza London

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo, Francese, Greco

“L’inizio della fine delle armi nucleari”: presentata la prima a Kyoto, Giappone
Simposio pubblico: Verso l'ideale di un mondo libero da armi nucleari e da guerre, 30 settembre 2019, Kyoto, Giappone (Foto di Takao Takahara)

Il 29 settembre, durante il simposio pubblico ” Verso l’ideale di un mondo libero da armi nucleari e guerre”, organizzato da Pugwash Japan, Religioni per la Pace (Giappone), dal Centro di ricerca dell’Università di Nagasaki per l’abolizione delle armi nucleari e dall’Istituto internazionale di ricerca sulla pace dell’Università di Meijigakuin, la versione giapponese de L’inizio della fine delle armi nucleari è stata presentata in anteprima a Kyoto, Giappone.  Il sito era un imponente edificio di 450 anni fa, nel mezzo di un tempio buddista di 1340 anni, dove giovani sacerdoti leggevano e studiavano davanti alle statue dei Buddha (“Monju Bosatsu” e “Fugen Bosatsu”), che rappresentano rispettivamente la “profonda saggezza” e l’ “azione giusta”: un buon luogo per discutere la questione nucleare nel XXI secolo!

Il professor Mitsuru Kurosawa, professore alla Osaka Jogakuin University e professore emerito alla Osaka University, ha presentato una breve storia del disarmo nucleare e dei trattati sul controllo degli armamenti e ha spiegato come il Trattato sul divieto delle armi nucleari differisce dai precedenti trattati. Ha poi sottolineato quanto sia pericolosa la situazione attuale sotto le politiche egoistiche e insostenibili degli Stati Uniti.

Akira Kawasaki, membro del Comitato Esecutivo della Peace Boat e membro del Gruppo direttivo internazionale della Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari (ICAN), ha passato in rassegna le strategie attuali di ICAN per contrastare il pericolo attuale e ha elaborato le sue idee sull’azione richiesta ai cittadini giapponesi. A ciò ha fatto seguito una vivace tavola rotonda e una sessione di domande e risposte.

Il documentario, che è stato proiettato all’inizio dell’evento, ha ricevuto commenti incoraggianti, come: “è stato potente”; “Ha rappresentato la storia nucleare in modo appropriato”; “Ha trasmesso bene i nostri sentimenti” (hibakushas).

Il giapponese è l’ottava lingua in cui è stato preparato il film, insieme a inglese, spagnolo, italiano, portoghese, tedesco, greco e francese.  Sono in corso le versioni araba e russa.

Pressenza mette il video a disposizione di qualsiasi attivista, organizzazione, network o istituzione educativa che desideri organizzare presentazioni.  Visita http://theendofnuclearweapons.com/para per maggiori informazioni o contatta tony.robinson@pressenza.com.

Articolo basato sul testo inviato da: Takao Takahara, crediti fotografici: Takao Takahara e Akira Kawasaki.


Traducción del inglés por Michelle Velez

Categorie: Cultura e Media, Pace e Disarmo
Tags: , , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.