Yael Deckelbaum & The Mothers: “Home” – Esplorare insieme l’umanità che ci unisce

04.01.2018 - Evelyn Rottengatter

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo, Tedesco

Yael Deckelbaum & The Mothers: “Home” – Esplorare insieme l’umanità che ci unisce
(Foto di youtube / screenshot: video clip "Home")

Grazie al potere della musica, le donne stanno ottenendo ciò che i politici non sono riusciti a realizzare in anni e anni. E’ una forza che unisce al di là di ogni lingua, nazionalità o idea politica. Una forza che può essere più forte di mille parole, discorsi, accordi e promesse, perché viene direttamente dal cuore.

“Home” – il nuovo singolo della cantante, cantautrice e attivista per la pace israelo-canadese Yael Deckelbaum e del suo gruppo The Mothers – ci invita a sentire questa forza dentro di noi e a seguirla. La si può trovare nella nostra vera casa – dentro noi stessi, nella nostra umanità. E’ ciò che ci lega come esseri umani, il profondo rispetto per la vita e il forte desiderio di pace e di un mondo migliore per i nostri figli.

Dopo il successo di “Prayer of the Mothers”, la canzone che nel 2016 è diventata l’inno della Marcia della Speranza, che ha riunito per la prima volta migliaia di donne israeliane e palestinesi, il movimento di base Women Wage Peace ha lanciato un’altra marcia in settembre.

Questa volta Journey to Peace ha unito 30.000 donne e uomini in una marcia che per due settimane ha attraversato Israele e la Cisgiordania. Prima di raggiungere Gerusalemme, si sono tenuti eventi e incontri con comunità e gruppi locali, come le donne beduine. E’ stato anche montato un enorme tendone, dove le figlie di Sarah e Hagar, ebree e palestinesi, si sono incontrate, hanno parlato, discusso, ballato e cantato in un’atmosfera carica di speranza e pace. I media non hanno più potuto ignorare l’energia positiva che si è creata e la notizia si è diffusa a livello internazionale.

Yael e il suo gruppo The Mothers, composto da dodici artiste “di sinistra, destra, laiche, religiose, colone, arabe ed ebree” ha accompagnato ancora una volta il viaggio con la musica. Le loro impressioni e ispirazioni sono mostrate nel video clip della canzone, che documenta i momenti più significativi di queste due settimane.

“Non siamo sempre d’accordo su tutto, ma siamo disposte a esplorare l’umanità che si nasconde dietro a tutte le definizioni e le identità che ci separano. Il gruppo per noi rappresenta un’esistenza pacifica che si può realizzare quando si esplora insieme, con il cuore aperto, le semplici verità, usando la musica come uno strumento che ci unisce.”

“Home” fa parte di un album breve che comprende registrazioni in studio, live e momenti di Journey to Peace. E’ stato lanciato il 20 dicembre durante un grande evento all’Abraham Hostel di Tel Aviv, insieme ad Aveva Dese e Ester Rada, due cantanti e cantautrici israelo-etiopi che hanno a loro volta partecipato alla marcia.

“Sono felice di rafforzare con la musica il movimento di “Women Wage Peace” e ogni iniziativa che punti a unire, guarire e formare un nuovo linguaggio. Un linguaggio che ci faccia avanzare verso un’esistenza migliore in questa terra” dichiara Yael Deckelbaum.

Questo appello alla pace e alla collaborazione, alla ragione e alla riconciliazione, alla nonviolenza e al rispetto reciproco in un sistema basato sulla violenza e la guerra viene percepito anche nel resto del mondo e risveglia un profondo desiderio nel cuore di milioni di persone. Abbiamo bisogno di alimentare questa aspirazioni con immagini di pace come quelle di “Home” e con il linguaggio universale di ciò che ci unisce: la nostra umanità.

Home – Testo e musica di  Yael Deckelbaum

Well I looked in the mirror
And I saw humanity
In my struggle to find freedom endlessly
Still I’m so far away from uncovering the secret
That is hidden in the rhythm of my heart

We all keep progressing
And elaborate our needs
As we hide behind our fierce technology
Still we’re so far away from uncovering the secret
That is hidden in the rhythm of our hearts

There is sun, there is sky
And I want to feel alive
So let us all get together with our wisdom
Out of the system
Remembering to listen
Spinning in the rhythm of our home

We can give politicians the key to build our world
But they’d only give us fake security
Cause they’re so far away from uncovering the secret
That is hidden in the rhythm of our hearts

There is sun, there is sky
And I want to feel alive
So let us all get together with our wisdom
Out of the system
Remembering to listen
Spinning in the rhythm of our home

https://yaeldeckelbaum.bandcamp.com/track/home

 

 

Categorie: Cultura e Media, Medio Oriente, Nonviolenza, video
Tags: , , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Forum Umanista Europeo 2018

Diritti all'informAZIONE

Video presentation: What Pressenza is...

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Stop Fiscal Compact: firma la petizione!

Stop Fiscal Compact: firma la petizione!

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.