Istanbul

Turchia: vincono gli studenti, rimosso il rettore dell’università Boğaziçi

Ad avere la forza e il coraggio di lottare a volte succede che si vince. Dopo sei mesi di proteste pacifiche, seguite da repressione e arresti, i ragazzi dell’università Boğaziçi di Istanbul hanno ottenuto un importante risultato: il rettore, la cui…

La sostenibilità della vita?

Giornalista armeno di cittadinanza turca, Hrant Dink, scrisse questo articolo, presso il quotidiano nazionale in lingua armena Agos, il 14 giugno del 1996. Dink fu assassinato, il 19 gennaio del 2007, a Istanbul, due passi dalla sede centrale del suo…

Violazioni dei diritti umani durante la resistenza universitaria di Bogaziçi

La Fondazione per i Diritti Umani della Turchia (TIHV), ha pubblicato una relazione in cui analizza le violazioni dei diritti durante la resistenza universitaria di Bogaziçi. In questa relazione si sottolinea come, la nomina di Melih Bulu come il rettore…

Turchia| La lettera degli universitari a Erdogan: “Lei non è un sultano e noi non siamo i suoi sottomessi”

In Turchia sono in corso le manifestazioni di massa ormai da più di 1 mese. Il mondo universitario con il sostegno della cittadinanza continua a ribellarsi contro il nuovo rettore dell’Università di Bogaziçi, nominato direttamente dal Presidente della Repubblica, contro…

Hrant Dink | L’inquietudine della colomba

Hrant Dink, giornalista e scrittore armeno della Turchia, è stato assassinato, il 19 gennaio del 2007, nel quartiere di Osmanbey a Istanbul, davanti ai locali del suo giornale bilingue Agos, con tre colpi di pistola alla gola. Questo è l’ultimo articolo che ha scritto…

Sirkeci: il capolinea dell’Orient Express è salvo

L’ondata delle “riqualificazioni urbanistiche” avrebbe colpito anche le storiche stazioni ferroviarie Sirkeci e Haydarpaşa della città d’Istanbul ma grazie al ricorso della nuova giunta comunale per ora sono salve. Agatha Christie, mentre si alloggiava nello storico albergo Pera Palas nel…

Santa Sofia a Istanbul: uso strumentale della religione

Santa Sofia a Istanbul: delusione per i Cristiani in Medio Oriente. Le reazioni occidentali alla decisione su Santa Sofia non sono sufficienti. Il piano del presidente turco Recep Tayyip Erdogan di convertire Santa Sofia in moschea è percepito dalle minoranze…

Risuonano forte ancora le note degli Yorum Grup

“Oggi mi fermo con lo sciopero della fame, ma la nostra lotta non si ferma, continuerà” ha detto Ibrahim Gökçek mentre veniva ricoverato dopo 323 giorni di sciopero della fame e dopo aver ottenuto oggi una importantissima vittoria politica con gli Yorum Grup.

Si è spenta Helin, la sua protesta nonviolenta inascoltata

Helin Bolek, la cantante del gruppo musicale turco Yorum era in lotta da 288 giorni. 288 giorni di protesta nonviolenta, condotta tramite lo sciopero della fame contro il regime dittatoriale del governo turco di Erdogan

8 Marzo in Turchia

La Turchia, finora, ufficialmente, non risulta colpita dal famoso coronavirus. Dunque, oggi, 8 Marzo, migliaia di donne sono scese in piazza. Ovviamente in quelle piazze non negate dalle prefetture e dal Ministero degli Interni. Infatti, nella città di Istanbul, il…

1 2 3