East Journal

East Journal

19.12.2018

Albania, studenti in piazza da due settimane. Cosa sta succedendo?

Albania, studenti in piazza da due settimane. Cosa sta succedendo?

La fine dell’anno si sta rivelando piuttosto complicata per il governo albanese, alle prese con la partecipatissima protesta degli studenti. Dal 4 dicembre scorso si susseguono infatti manifestazioni quotidiane che vedono coinvolti universitari e studenti delle scuole superiori. Il numero dei manifestanti è cresciuto costantemente così come la tensione… »

15.12.2018

Ungheria: notte di scontri a Budapest contro l’approvazione della “legge schiavitù”

Ungheria: notte di scontri a Budapest contro l’approvazione della “legge schiavitù”

Lo scorso 12 dicembre è stata approvata una legge di riforma delle condizioni di lavoro in Ungheria, fortemente voluta dal premier Viktor Orbán che detiene la maggioranza in parlamento. In seguito all’approvazione, alcune centinaia di manifestanti si sono riversate in strada per protestare contro la legge, scontrandosi con le forze di polizia della… »

12.12.2018

“Avrete molte sfide sulle vostre spalle”, l’ultima lettera di Ljudmila Alekseeva

“Avrete molte sfide sulle vostre spalle”, l’ultima lettera di Ljudmila Alekseeva

Si è spenta sabato 8 dicembre Ljudmila Michajlovna Alekseeva, storica attivista per i diritti umani russa. Dissidente ai tempi dell’Unione Sovietica, Alekseeva è stata tra i fondatori del Gruppo Helsinki di Mosca nel 1976. Si è spenta a 91 anni, dopo una vita passata a difendere i diritti umani,… »

14.11.2018

UNGHERIA: Come distruggere una democrazia in 7 semplici mosse

UNGHERIA: Come distruggere una democrazia in 7 semplici mosse

Durante la prima conferenza dei giovani ricercatori d’Irlanda (IPRC 2018) tenutasi il 9 novembre alla Dublin City University, è intervenuta la parlamentare europea dei verdi Judith Sargentini, che nei mesi scorsi ha presentato il report sullo stato di diritto in Ungheria poi votato dalla maggioranza del Parlamento… »

24.10.2018

Non chiamatelo populismo, basta con le generalizzazioni

Non chiamatelo populismo, basta con le generalizzazioni

A trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, un altro muro – ben più tenace – si erige superbo a dividere l’Europa orientale da quella occidentale, un muro di preconcetti e luoghi comuni, che ci impedisce di guardare a Praga, Varsavia, Budapest, con uno sguardo nuovo, finalmente sgombro dai retaggi… »

17.10.2018

Crimea: Sparatoria al Politecnico di Kerch, terrorismo o follia?

Crimea: Sparatoria al Politecnico di Kerch, terrorismo o follia?

Un giovane studente, Vladislav Roslyakov, di diciott’anni appena, ha fatto esplodere un ordigno all’interno dell’Istituto tecnico professionale di Kerch, in Crimea, uccidendo almeno diciotto persone e ferendone cinquanta. Le cause del gesto non sono note. La polizia ha dichiarato che il giovane, dopo aver piazzato l’ordigno presso i locali della mensa… »

10.10.2018

Ucraina: La rinascita di Chernobyl, ad energia solare

Ucraina: La rinascita di Chernobyl, ad energia solare

Da KIEV – A più di trent’anni dal disastro nucleare che ha reso la regione di Chernobyl famosa (purtroppo) in tutto il mondo, lo scorso 5 ottobre è stato inaugurato ufficialmente il nuovo impianto elettrico funzionante esclusivamente ad energia solare della zona di esclusione. La cerimonia è avvenuta… »

09.10.2018

Bosnia: Cambiare tutto perché non cambi nulla. Un’analisi del voto

Bosnia: Cambiare tutto perché non cambi nulla. Un’analisi del voto

di Marco Siragusa Le elezioni di domenica in Bosnia Erzegovina hanno riservato una sorpresa: non è cambiato (quasi) nulla. In un periodo storico di importanti cambiamenti globali e profonda crisi dei partiti tradizionali in tutto il mondo, lo scenario politico in Bosnia mantiene ancora una certa coerenza. »

26.09.2018

Bosnia, il fronte diviso dei partiti civici

Bosnia, il fronte diviso dei partiti civici

“Ma esiste un’alternativa?”. Chi si imbatte per la prima volta nella politica della Bosnia Erzegovina rivolge facilmente questa domanda. È dalle prime elezioni post-comuniste del 1990 che i partiti su base etnica dominano la scena, e si apprestano a farlo anche nel voto del prossimo 7 ottobre. Le forze cosiddette… »

19.09.2018

Covic, l’uomo che vuole l’autonomia dei croati di Bosnia

Covic, l’uomo che vuole l’autonomia dei croati di Bosnia

Il trasformismo è un elemento frequente del leader politico. È indice di cinismo e spregiudicatezza, ma anche di flessibilità e pragmatismo che possono agevolarne il successo. Un bravo trasformista deve essere in grado di spendere bene i vantaggi accumulati nella fase precedente in un nuovo scenario, stando al passo con… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


video 10 anni Pressenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.