Riccardo Petrella

Dottore in Scienze Politiche e Sociali, laureato honoris causa da otto università: in Svezia, Danimarca, Belgio (x2), Canada, Francia (x2), Argentina. Professore emerito dell'Università Cattolica di Lovanio (Belgio); Presidente dell’Institut Europeen de Recherche sur la Politique de l’Eau (IERPE) a Bruxelles (www.ierpe.eu); Presidente della « Università del Bene Comune » (UBC), associazione senza scopi di lucro attiva ad Anversa (Belgio) e a Sezano (VR-Italia) Dal 1978 al 1994 ha diretto il dipartimento FAST, Forecasting and Assessment in Science and Technology alla Commissione delle Comunità europee a Bruxelles e nel 2005-2006 è stato presidente dell’Acquedotto Pugliese. È autore di numerosi libri sull’economia e i beni comuni.

28 luglio, una nuova data simbolica per la giustizia, la pace e il potere dei popoli

La lotta per il diritto all’acqua e i diritti dell’acqua. Il sole non dimentica un villaggio perché è piccolo. (Proverbio africano) Le nostre società lasciano 2,1 miliardi di esseri umani senza acqua potabile e 4,2 miliardi senza un accesso regolare…

Una storia d’acqua da cambiare

I dominanti hanno agito in modo rapido e senza intoppi Riccardo Petrella, autore di Il manifesto dell’acqua (2001) (*), Agora des Habitants de la Terre Nel gennaio 1992, in occasione della Conferenza internazionale dell’ONU sull’acqua e l’ambiente tenutasi a Dublino,…

il mio nome è ARMFIN. Sono il Dio della potenza totale

Sto lavorando in questi giorni sulla guerra globale in Ucraina e sulla finanziarizzazione dell’acqua e della natura su scala mondiale. Ne è uscito, “effetto collaterale “, il testo a ruota libera qui di seguito. Chi sono Vengo da tempi lontani,…

Gli impoveritori. Insensibili, ipocriti, cinici, vigliacchi?

La miseria storica dei gruppi sociali dominanti, arricchitisi rubando la vita a miliardi di esseri umani ed alla natura. E’ tempo di smetterla di mantenere, anche senza volerlo, l’idea che la disuguaglianza, rispetto ai diritti alla vita, in particolare la…

I dominanti di USA, Russia, Europa vogliono la guerra, la vittoria, non la pace, non la giustizia. Che fare?

Mandando armi e denaro per le armi all’Ucraina non aiutiamo gli Ucraini, ma li condanniamo a diventare vittime di un aggravamento della guerra; non puniamo Putin, ma criminalizziamo i 144 milioni di Russi e li spingiamo nelle mani dei gruppi…

Per porre fine alla guerra in Ucraina occorre impedire le nuove guerre

Dobbiamo imporre un immediato cessate il fuoco in Ucraina. Armare l’Ucraina e mantenere le dure sanzioni economiche contro la Russia non fa che accentuare ed esacerbare la guerra. Non sono la soluzione per la pace e per “liberare” gli Ucraini,…

Per il parlamento europeo

La morte a soli 65 anni di David Sassoli, Presidente del Parlamento europeo – che mi rattrista, al di là della sua valenza umana sempre dolorosa – dovrebbe essere l’occasione per una riflessione approfondita sul futuro dell’Europa ed, in particolare,…

Il valore non è un prezzo. Liberiamo l’acqua dalla Borsa

“Il valore non è un prezzo” è il titolo della rivendicazione (non petizione) che change.org ci ha aiutato a diffondere in Italia. Un capovolgimento di prospettiva umana: “Vogliamo l’acqua bene comune pubblico mondiale e fuori della Borsa”. E’ motivo di…

La nuova conquista coloniale della vita è cominciata

Una “rivoluzione” perversa. Il 7 dicembre scorso è toccato alla compagnia privata che gestisce la Borsa di Chicago di dare l’avvisaglia aprendo all’acqua in California, per la prima volta, un prodotto finanziario speculativo, un “futures”. Essendo l’acqua buona per usi…

L’Altra Agenda Mondiale: nuove strade e modifica dei rapporti di forza

Il sistema che oggi domina il divenire del mondo è ispirato e guidato dalla logica del potere e del dominio. L’Altra Agenda Mondiale deve essere ispirata e guidata dalla logica della conservazione e rigenerazione della vita, cioè la salvaguardia, la…

1 2 3 8