Johanna Heuveling

Johanna Heuveling

vive a Berlino e lavora come biologa presso l'Università Humboldt. È attiva in "Mondo senza Guerre e senza violenza" e in Pressenza. Come giornalista si interessa prevalentemente alle politiche sui rifugiati, al commercio di armi, all'Africa, all'Arte e alle notizie scientifiche.

29.07.2015

Profughi: l’opinione pubblica tedesca divisa tra solidarietà e odio

Profughi: l’opinione pubblica tedesca divisa tra solidarietà e odio

  Di fronte al peggiorare della situazione internazionale, la popolazione tedesca sembra dividersi. Da un lato c’è chi fonda associazioni di accoglienza, chi dà lezioni di tedesco e gioca con i figli dei profughi, mentre dall’altra c’è chi si sente minacciato e reagisce in modo sempre più violento. Numerosi cittadini… »

15.07.2015

Il prezzo della salute

Il prezzo della salute

Le industrie farmaceutiche dedicano anni di lavoro e investono ingenti somme di denaro nello studio delle malattie, nella ricerca di principi terapeutici efficaci, nell’indagine tossicologica di farmaci candidati, in studi clinici e nell’immissione sul mercato dei prodotti in accordo con le autorità sanitarie. Sulla base di queste attività, le imprese… »

13.07.2015

Protesta degli assistenti sanitari: sciopero all’ospedale Charité di Berlino

Protesta degli assistenti sanitari: sciopero all’ospedale Charité di Berlino

  «L’assistenza sanitaria è in ginocchio», «L’assistenza sanitaria si ribella». Negli ultimi anni, questi sono stati i motti di protesta degli assistenti sanitari che però, nemmeno con campagne di rilevanza mediatica come i flashmob, sono riusciti a ottenere cambiamenti significativi nella crisi della professione e del sistema sanitario. È per… »

12.07.2015

La Grecia e l’Unione Europea in questo momento

La Grecia e l’Unione Europea in questo momento

Intervista a Marianella Kloka sul dialogo nella società civile d’Europa. In questo momento così teso com’è l’atmosfera in Grecia? La gente sta trattenendo il fiato. Stiamo tutti aspettando i risultati dei negoziati, ma la maggioranza, come il referendum della settimana scorsa ha mostrato con chiarezza, non vuole un altro Memorandum… »

12.06.2015

Rifugiati a Berlino: non si può immaginare la città senza di loro

Rifugiati a Berlino: non si può immaginare la città senza di loro

Cambiare continuamente alloggio, traumi e lotte per lo status legale Said ha 22 anni. Da quasi tre anni vive a Berlino. All’inizio a Oranienplatz, poi in diversi alloggi, di volta in volta sempre dove persone, organizzazioni o la Chiesa si dichiaravano disponibili a offrire un tetto a lui e… »

04.05.2015

I bambini ballano per celebrare la diversità

I bambini ballano per celebrare la diversità

Intervista con Arthur Conrad Kisitu Arthur Kisitu è un artista ugandese che ha deciso di vivere per un periodo di tempo in un misero sobborgo, uno slum chiamato Katanga, nei pressi di Kampala, praticamente una terra di nessuno. Come fotografo ha iniziato ad interessarsi in maniera attiva alle vite dei… »

30.03.2015

Israele e Palestina visti da un’umanista

Israele e Palestina visti da un’umanista

A scuola abbiamo sempre imparato che si ottengono  dei bei voti in un compito solo se si rappresenta cocciutamente un solo punto di vista, opponendosi a tutti gli altri. La mia inclinazione originaria di voler considerare sempre le cose da tutte le prospettive, di sviluppare la comprensione per ogni atteggiamento e… »

25.08.2014

Un Network Cristiano contro le Campagne Omofobe delle Chiese Africane

Un Network Cristiano contro le Campagne Omofobe delle Chiese Africane

Intervista con Davis Mac-Iyalla, attivista nigeriano per i diritti degli omosessuali. Di Steven Hummer e Johanna Heuveling, Agosto 2014 In Nigeria, come in molti paesi africani, gli atti omosessuali sono puniti con lunghi periodi di detenzione o con la morte e le chiese cristiane giocano un ruolo importante nel promuovere… »

10.07.2014

Scambio di vestiti per protesta

Scambio di vestiti per protesta

Lo scambio di vestiti può diventare una protesta se serve per boicottare le catene di abbigliamento a basso costo. Il 3 luglio è stata inaugurata a Berlino la seconda filiale di PRIMARK, una catena di abbigliamento che riesce ad offrire prezzi competitivi, producendo i capi in altri Paesi a condizioni… »

11.06.2014

I cittadini tedeschi sono pronti ad aiutare i bambini siriani, ma i politici dormono

I cittadini tedeschi sono pronti ad aiutare i bambini siriani, ma i politici dormono

    Quasi 10 milioni di siriani sono in fuga, ovvero il 40% della popolazione, e la maggior parte ancora dentro i confini nazionali. Tuttavia la Turchia e il Libano, in quanto Paesi confinanti, ne stanno risentendo molto: solo in[m1]  Libano ne sono arrivati 1000, di cui 230 profughi. »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.