Genova, presidio dei portuali contro l’arrivo della “nave delle armi”

17.02.2020 - Redazione Italia

Genova, presidio dei portuali contro l’arrivo della “nave delle armi”
(Foto di https://www.facebook.com/events/535326900422998/)

Come annunciato nella pagina Facebook del Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali, da stamattina alle 7 è in atto un presidio all’ingresso del Ponte Etiopia per protestare contro l’arrivo nel porto di Genova della nave Bahri Yanbu, carica di armi destinata alla guerra in Yemen.

Nei mesi scorsi una mobilitazione partita dai lavoratori del porto di Genova ha impedito l’imbarco di materiale bellico diretto in Arabia Saudita e destinato alla guerra in Yemen. Analoghe manifestazioni a sostegno del blocco del traffico di armi si sono tenute in altri porti europei (Le Havre e Marsiglia, ancora prima a Bilbao) contro le navi della compagnia saudita Bahri, che rifornisce d’armi e mezzi militari tutto il Medio Oriente” denunciano i portuali, che rivolgono un appello alla città solidale perché si unisca alla loro protesta. “Chiediamo a tutti i lavoratori, ai cittadini, ai sindacati e alle forze politiche di sostenere questo blocco trasformando questa giornata in un’occasione di lotta contro la guerra e per la pace tra i popoli e tra gli oppressi”.

 

Categorie: Europa, Medio Oriente, Pace e Disarmo
Tags: , , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

 

Solidarietà ai tempi del Coronavirus

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.