Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon sta effettuando la sua prima visita nei paesi colpiti dall’epidemia di Ebola.

Questa mattina in Liberia e nel pomeriggio in Sierra Leone, domani in Guinea e in Mali, il dirigente dell’ONU incontra i responsabili delle Nazioni Uniti, dei Governi e dell’Organizzazione mondiale della sanità impegnati nella lotta contro il virus.

Al suo arrivo Monrovia il Segretario Generale ha dichiarato. “sono qui per portare la mia personale solidarietà a tutte le popolazioni colpite. Alla luce delle informazioni in mio possesso mi considero moderatamente ottimista sulle possibilità di sconfiggere quest’epidemia”.

Dall’inizio dell’epidemia le vittime accertate sono state circa 6900, i casi 18.500. Medici Senza Frontiere, fin dall’inizio in prima fila insieme ai volonari cubani nell’opera di contrasto a Ebola, hanno denunciato la lentezza delle risposte istituzionali e il fatto che, nonostante i progressi, l’emergenza non è finita.