Jugoslavia

Belgrado: la mostra «Il Compagno Tito è morto»

«Tito è stato il simbolo più riconoscibile, rilevante e inviolabile della Jugoslavia socialista, e in questa cornice ci occupiamo soprattutto di questo aspetto. La sua morte ha finito col decapitare l’ordine simbolico e col causare una drammatica crisi nella società…

I monumenti della Jugoslavia, un paesaggio di forme e di valori

«È chiaro che questi monumenti, tutt’oggi, non sono Serbi, Croati, Sloveni, … né Albanesi. I rinati sentimenti nazionalistici non lasciano spazio a monumenti che non hanno una propria “identità nazionale”. Non c’è spazio per questi memoriali, quando si è così…

Di terra e di pietra

Il volume di Gianmarco Pisa, Di terra e di pietra. Forme estetiche negli spazi del conflitto, dalla Jugoslavia al presente, Multimage, Firenze 2021, tratta di una ricerca di ampio respiro che, dal punto di vista della metodologia adottata, fa suo un…

Le scuse per la guerra alla Jugoslavia

Alla fine, si è tramutato in un evento “storico” il vertice dello scorso 18 maggio tra il presidente serbo Aleksandar Vučić e il suo omologo ceco, Miloš Zeman, a Praga. Il primo a dare notizia dell’evento è stato il portavoce…

Il 25 maggio e le «vie nazionali»

Il 25 maggio, giornata nella quale si è celebrata ininterrottamente nel lungo arco di tempo che intercorre tra il 1945 e il 1988, è la ricorrenza di una storica festività jugoslava, la Giornata della Gioventù (Dan mladosti). Si tratta, al…

Documenti declassificati, nuova luce sull’aggressione NATO alla Jugoslavia

Alla vigilia della presentazione al BUK Festival 2020 a Modena del volume “Paesaggi Kosovari, 1998-2018. Il patrimonio culturale come risorsa di progresso e opportunità per la pace”, Multimage, Firenze, 2018. Documenti declassificati della Biblioteca Presidenziale dell’ex presidente statunitense, Bill Clinton,…

Tito e le sue eredità: 4 Maggio 1980, quarant’anni dopo

Il 4 Maggio di quest’anno, quarantesimo della scomparsa di Tito, è senza dubbio una delle ricorrenze maggiori di questo 2020. Josip Broz «Tito», nato a Kumrovec, in Croazia, il 7 Maggio 1892, morto a Lubiana, capitale della Slovenia, appunto il…

L’aprile che cambiò il volto dell’Europa

La primavera 1992 cambiò il volto dell’Europa e riportò all’ordine del giorno l’orrore dei nazionalismi. Preceduta dalla «crisi del debito» e dalle ingerenze da parte delle istituzioni finanziarie internazionali, la disgregazione della Jugoslavia ebbe formalmente inizio con la dichiarazione di…

25 Maggio: Giornata della Gioventù e raffigurazioni della memoria

Con una felice scelta simbolica, il Museo della Jugoslavia, a Belgrado, inaugurerà la sua stagione estiva, il programma condensato nella rassegna “Estate al Museo”, nella data particolarmente evocativa del 25 Maggio, quando negli spazi del Museo si esibirà il complesso…

Venezuela: come se la storia non insegnasse nulla

Questo breve commento vuole dare una chiave di lettura sull’attuale crisi in Venezuela e far notare probabili errori di valutazione che i popoli a volte distratti ripetono, come se la storia non insegnasse nulla. Il filo conduttore dell´analisi può essere…

1 2