Karim Metref

Sono nato sul fianco nord della catena del Giurgiura, nel nord dell’Algeria. 30 anni di vita spesi a cercare di affermare una identità culturale (quella della maggioranza minorizzata dei berberi in Nord Africa) mi ha portato a non capire più chi sono. E mi va benissimo. A 30 anni ho mollato le mie montagne per sbarcare a Rapallo in Liguria. Passare dalla montagna al mare fu un grande spaesamento. Attraversare il mediterraneo da sud verso nord invece no. Lavoro (quando ci riesco), passeggio tanto, leggo tanto, cerco di scrivere. Mi impiccio di tutto. Sopra tutto di ciò che non mi riguarda e/o che non capisco bene.

Algeria tra covid, incendi e paura del caos

Già stremata dalla crisi del covid 19, l’Algeria, il più grande paese africano, è attualmente messa in ginocchio dagli incendi. Intere zone devastate. Lo Stato si dimostra incapace di gestire la crisi. La gente si organizza come può, ma quando…

Tunisia: salvataggio o golpe?

La Tunisia sta attraversando un momento cruciale della sua vita. La pandemia sta compiendo una vera e propria strage. La povertà spinge migliaia di giovani a tentare la fuga tramite le micidiali rotte del mediterraneo centrale. Ci sono proteste e…

Algeria: crisi Covid-19, un’occasione d’oro per la riorganizzazione del regime

La pandemia del Covid 19 ha colto l’Algeria mentre era in uno stato di profonda effervescenza politica da più di un anno. Le manifestazioni settimanali del movimento popolare chiamato Hirak hanno portato alcuni importanti cambiamenti nella struttura politica del paese…

Algeria : soli ma determinati e nonviolenti

Venerdì 20 settembre 2019, in tutta l’Algeria, milioni di cittadine e cittadini sono usciti, in massa, determinati a sfidare i divieti e i blocchi stradali del regime. “Ascolta generale, ascolta generale: Stato civile e non militare!”. recita lo slogan principale…

5 luglio 2019: L’Algeria di nuovo in piazza per l’indipendenza

Domani, 5 luglio 2019, è una data doppiamente simbolica e doppiamente importante per l’Algeria. Da una parte è la data commemorativa del 56esimo anniversario dell’indipendenza ottenuta dalla Francia dopo una lunga e crudele guerra di Liberazione. (Leggi qui “5 luglio 1962”,…

Algeria. La morte del leader del FIS rimette sul tavolo la questione dell’Islam politico

E’ deceduto il 24 aprile scorso a Doha, nel Qatar, dove era residente, il vecchio leader islamista algerino Abbassi Madani. In piena ondata di proteste per la democrazia in Algeria, la morte del vecchio «cheikh» risveglia i fantasmi del decennio…

Algeria, dopo sette settimane di proteste il bivio decisivo

Sono passate ormai sette settimane da quel venerdì 22 febbraio, quando in Algeria c’è stata la prima grande manifestazione contro la candidatura del Presidente Abdelaziz Bouteflika a un quinto mandato. Milioni di cittadini, uomini, donne e giovani sono usciti per…

Recensione di The Post: un film dedicato alla libertà di stampa?

Mercoledì 07 febbraio ci siamo recati in gruppo presso uno dei Cinema storici del Centro di Torino per vedere l’ultima fatica di Steven Spielberg, con Tom Hanks come protagonista: The Post. Il film è stato annunciato nelle ultime settimane come…

Marocco, continua la protesta nel Rif, tra silenzi e repressione

Dall’ottobre del 2016, le proteste della popolazione del Rif (Nord del Marocco) non si placano. Ogni settimana si organizzano proteste, sit-in, raduni e altre azioni. Finora, la risposta del potere marocchino si è tradotta soltanto in repressione e rifiuto di…

Algeria: una lettura dei risultati delle (non) elezioni legislative

Giovedì scorso, 4 maggio 2017, il popolo algerino non ha quasi partecipato alle elezioni legislative. L’affluenza è stata bassissima e i risultati previsti si sono confermati. Tutto normale in un paese che sembra girare in tondo, senza sapere come uscire…

1 2