Claudio Rossetti Conti

Claudio Rossetti Conti

Nato a Milano, laureato in Psicologia dello Sviluppo e della Comunicazione. Ha partecipato ai progetti AGESCI, in ambito emergenziale, in Calabria a Pentidattilo nel 2002; nella Casa Famiglia a Pavia nel 2005; ha organizzato e progettato come formatore AGESCI, all'interno di un equipe, attività nella “Comunità di Recupero Lecco Il Gabbiano Tossicodipendenti, Cocainomani e Alcolisti” nel 2006. Negli anni 2008 e 2012 ha lavorato con bambine e ragazze di strada nelle favelas Mata Escura, Calabetão e Agua Suja nello stato di Salvador de Bahia, Brasile, con l'associazione Meu Brasil e Acopamec (Associacão das Comunidades Paroquiais a Mata Escura e Calabetão). Nel 2015 ha collaborato con Doctor for Global Health e Psicologi per i popoli Torino in Messico e a El Salvador: presso un distaccamento della Universidad Luterana Salvadoreña (ULS) ha svolto in equipe attività di formazione a studenti e professori e nella comunità rurale di Santa Marta ha condotto in gruppo investigazioni e analisi dei problemi psicosociali della realtà presente. In Messico, nello stato di Chiapas, ha svolto attività di investigazione e analisi delle problematiche psicosociali presenti sul territorio e formazione per: infermiere dell'Hospital San Carlos (HSC) su diversi temi di salute mentale; studenti universitari della Universidad Intercultural de Chiapas (UNICH); indigeni di etnia “tzeltal” e “tojolabal” presso comunità rurali indigene zapatiste (EZLN), lavorando con promotori di salute mentale, e non zapatiste lavorando con la popolazione locale. Ha organizzato e progettato, all'interno di un’equipe, la formazione di promotori di salute mentale e svolto attività di psicologo comunitario nella città di Altamirano, adottando strategie preventive nei confronti dei problemi psicosociali presenti nei diversi quartieri. Membro dell’assemblea allargata della Teologia india Mayense. Tuttora attivo ad Altamirano e nelle comunità indigene locali.

22.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal- 5. Salute e malattia

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal-  5. Salute e malattia

Come accennato nell’articolo precedente, la salute secondo la cosmovisione indigena Tzeltal è da considerarsi come un equilibrio tra il corpo, la mente, il proprio sistema energetico e lo spirito.  Tutto ciò dipende dalla relazione armonica che si ha con il mondo esterno, ossia con gli altri membri della comunità,… »

19.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 4 – I medici tradizionali

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 4 – I medici tradizionali

Le persone nelle comunità tzeltales che formano la categoria dei medici tradizionali assumono diversi ruoli sociali: curanderos, hueseros, parteras e hierberos sono solo alcune di queste sottocategorie. Don Leonardo, un anziano curandero, mi racconta di come forti malattie insorgano nei giovani sciamani inconsapevoli dei propri doni. “Anche chi si rifiuta… »

15.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 3– Il popolo del mais

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 3– Il popolo del mais

“Gli uccelli cantano per chiedere al cielo che piova. Cantano perché cresca il mais, alimento di vita della creazione. I nostri anziani conoscevano bene le necessità degli animali; gli permettevano di mangiare una parte del raccolto, perché i frutti della Madre Terra andavano condivisi. Gli scoiattoli danzano quando nasce un… »

13.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal – 2. L’Altare Maya

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal – 2. L’Altare Maya

“Accompagnami durante la costruzione dell’altare, ti spiegherò  la nostra cultura” mi disse don Leonardo, un curandero della Teologia India a un incontro a cui partecipavano ventidue comunità. Umilmente accettai, sorpreso e onorato della proposta dell’anziano. L’Altare Maya mostra la connessione spirituale tra il Corazon de la Tierra e il Corazon… »

05.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 1 – La Teologia India

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 1 – La Teologia India

Tra le comunità messicane si riuniscono medici tradizionali dei popoli originari, che lottano per la sopravvivenza della loro cultura. “La nostra organizzazione ha quasi vent’anni di vita. Ci siamo svegliati e abbiamo detto basta all’oppressione delle religioni. Molte chiese continuano a offenderci e a calpestarci con i loro divieti, insulti… »

03.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal

Claudio Rossetti Conti, giovane psicologo milanese appassionato delle diversità cultural, è attivo in Chiapas e Guatemala in diverse comunità indigene come psicologo comunitario. Studioso e amico di alcune donne e uomini della medicina tradizionale Maya Tzeltal, è interessato alla riscoperta delle culture dei popoli originari minacciate da forti sistemi oppressivi. »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 08.12.19

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.