Claudio Rossetti Conti

Claudio Rossetti Conti

Nato a Milano, laureato in Psicologia dello Sviluppo e della Comunicazione. Ha partecipato ai progetti AGESCI, in ambito emergenziale, in Calabria a Pentidattilo nel 2002; nella Casa Famiglia a Pavia nel 2005; ha organizzato e progettato come formatore AGESCI, all'interno di un equipe, attività nella “Comunità di Recupero Lecco Il Gabbiano Tossicodipendenti, Cocainomani e Alcolisti” nel 2006. Negli anni 2008 e 2012 ha lavorato con bambine e ragazze di strada nelle favelas Mata Escura, Calabetão e Agua Suja nello stato di Salvador de Bahia, Brasile, con l'associazione Meu Brasil e Acopamec (Associacão das Comunidades Paroquiais a Mata Escura e Calabetão). Nel 2015 ha collaborato con Doctor for Global Health e Psicologi per i popoli Torino in Messico e a El Salvador: presso un distaccamento della Universidad Luterana Salvadoreña (ULS) ha svolto in equipe attività di formazione a studenti e professori e nella comunità rurale di Santa Marta ha condotto in gruppo investigazioni e analisi dei problemi psicosociali della realtà presente. In Messico, nello stato di Chiapas, ha svolto attività di investigazione e analisi delle problematiche psicosociali presenti sul territorio e formazione per: infermiere dell'Hospital San Carlos (HSC) su diversi temi di salute mentale; studenti universitari della Universidad Intercultural de Chiapas (UNICH); indigeni di etnia “tzeltal” e “tojolabal” presso comunità rurali indigene zapatiste (EZLN), lavorando con promotori di salute mentale, e non zapatiste lavorando con la popolazione locale. Ha organizzato e progettato, all'interno di un’equipe, la formazione di promotori di salute mentale e svolto attività di psicologo comunitario nella città di Altamirano, adottando strategie preventive nei confronti dei problemi psicosociali presenti nei diversi quartieri. Membro dell’assemblea allargata della Teologia india Mayense. Tuttora attivo ad Altamirano e nelle comunità indigene locali.

23.05.2020

Sterilizzazione forzata: l’orrore continua ad Altamirano, nel Chiapas

Sterilizzazione forzata: l’orrore continua ad Altamirano, nel Chiapas

Esistono vite che non meritano di essere vissute? In Chiapas sembra proprio di sì. Medici appartenenti a istituzioni di sanità pubblica si arrogano il diritto di decidere al posto delle madri la possibilità di rimanere incinta o meno, spesso attraverso l’inganno o la coercizione. Lo Statuto di Roma, ossia il… »

14.05.2020

Transumanesimo: umanità, dove vai?

Transumanesimo: umanità, dove vai?

“Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli.” Martin Luther King L’imprenditore statunitense Elon Musk, fondatore di Paypal, Tesla, SpaceX, ossia un programma spaziale privato recentemente candidato a un progetto lunare NASA e di Neuralink Corporation, ha… »

03.05.2020

Ufo. E se…

Ufo. E se…

Questo martedì il Pentagono ha ufficialmente autorizzato il rilascio di tre filmati realizzati da piloti della Marina militare statunitense in cui vengono mostrati oggetti volanti qualificati come  “non identificati”,  la cui origine è un mistero secondo le dichiarazioni del Pentagono stesso. Il Dipartimento della Difesa giustifica il rilascio dei video… »

25.04.2020

Fabio Sbattella: di fronte alla pandemia ci salviamo solo grazie agli altri

Fabio Sbattella: di fronte alla pandemia ci salviamo solo grazie agli altri

Emergenza sanitaria, eccesso di informazioni, paure, solidarietà e molto altro. Ne parliamo con il professor Fabio Sbattella, docente di Psicologia dell’emergenza presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano. Ci si sente minacciati da qualcosa di invisibile, non individuabile direttamente attraverso i nostri sensi, di cui non possiamo sperimentarne… »

20.12.2019

La voce dei senza voce. Racconti dei migranti del Centroamerica

La voce dei senza voce. Racconti dei migranti del Centroamerica

Quest’anno la Casa del peregrino migrante di Huichapan, di cui si è parlato nello scorso articolo, ha aperto le braccia a circa 10.000 migranti, offrendo quella stessa empatia e solidarietà con cui è stata costruita. Bambini, giovani madri, ragazzini e adulti denunciano con la loro presenza l’ingiustizia di questo… »

17.12.2019

La Casa del Peregrino Migrante di Huichapan, in Messico: un esempio di umanità

La Casa del Peregrino Migrante di Huichapan, in Messico: un esempio di umanità

Tredici anni fa nella cittadina di Huichapan un’anziana coppia di contadini Otomì (popolazione indigena dello stato messicano di Hidalgo) si rese conto che gruppi di persone dormivano ammucchiati accanto ai binari ferroviari per difendersi dal freddo pungente della Valle del Mezquital. Notte dopo notte i gruppi cambiavano, ma l’anziana coppia… »

16.12.2019

Chiapas, le conseguenze drammatiche del cambiamento climatico

Chiapas, le conseguenze drammatiche del cambiamento climatico

Dal 2015 ho avuto e continuo ad avere l’onore e il piacere di poter imparare dalla cultura Tzeltal, in cui negli articoli precedenti (Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal) stata abbozzata la parte socio-culturale. Parte della popolazione indigena di Altamirano e di alcune comunità di villaggi rurali mi ha concesso… »

22.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal- 5. Salute e malattia

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal-  5. Salute e malattia

Come accennato nell’articolo precedente, la salute secondo la cosmovisione indigena Tzeltal è da considerarsi come un equilibrio tra il corpo, la mente, il proprio sistema energetico e lo spirito.  Tutto ciò dipende dalla relazione armonica che si ha con il mondo esterno, ossia con gli altri membri della comunità,… »

19.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 4 – I medici tradizionali

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 4 – I medici tradizionali

Le persone nelle comunità tzeltales che formano la categoria dei medici tradizionali assumono diversi ruoli sociali: curanderos, hueseros, parteras e hierberos sono solo alcune di queste sottocategorie. Don Leonardo, un anziano curandero, mi racconta di come forti malattie insorgano nei giovani sciamani inconsapevoli dei propri doni. “Anche chi si rifiuta… »

15.11.2019

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 3– Il popolo del mais

Alla riscoperta della cultura Maya Tzeltal. 3– Il popolo del mais

“Gli uccelli cantano per chiedere al cielo che piova. Cantano perché cresca il mais, alimento di vita della creazione. I nostri anziani conoscevano bene le necessità degli animali; gli permettevano di mangiare una parte del raccolto, perché i frutti della Madre Terra andavano condivisi. Gli scoiattoli danzano quando nasce un… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

 

Solidarietà ai tempi del Coronavirus

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.