Associazione per i Popoli Minacciati

L'APM dà voce alle vittime delle violazioni dei diritti umani. Assieme alle vittime, ci impegniamo per i diritti delle minoranze etniche, linguistiche e religiose minacciate e perseguitate, dei popoli senza Stato e delle comunità dei popoli indigeni. Senza condizionamenti politici o ideologici rendiamo noti crimini contro l'umanità e accusiamo i responsabili di genocidi, di esodi di massa, di repressioni, di persecuzioni e di discriminazioni. Con il nostro stato consultivo presso le Nazioni Unite abbiamo il diritto di parola alle Conferenze internazionali. In questo modo consentiamo ai rappresentanti di queste minoranze l'accesso agli organi dell'ONU. La nostra organizzazione lavora al livello internazionale: l'APM si trova in Germania, Italia (Sudtirolo), Francia, Svizzera, Austria, Lussemburgo e Bosnia-Herzegowina. www.gfbv.it

25.02.2013

APM critica il Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU

APM critica il Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU

All’apertura della 22a sessione del Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU (UNHRC) a Ginevra, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) ha chiesto maggiore tutela per le minoranze vittime dei conflitti dimenticati. Mentre i mezzi di informazione di tutto il mondo riportano le sofferenze patite dalla popolazione civile siriana, nessuno informa… »

21.02.2013

In Darfur non c’è fine a violenza e impunità

In Darfur non c’è fine a violenza e impunità

In occasione della decima ricorrenza dell’inizio del genocidio in Darfur, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) vuole ricordare l’attuale situazione nel Sudan occidentale, tuttora segnata da diffusa violenza e impunità. Nonostante due accordi di pace, il Darfur è ancora lontano da una vera pace e la regione è segnata invece… »

20.02.2013

Thailandia: profughi Rohingya accusano la Marina thailandese di mancato soccorso

Thailandia: profughi Rohingya accusano la Marina thailandese di mancato soccorso

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) accusa i paesi membri dell’ASEAN (Associazione delle nazioni del sudest asiatico) di trattare in modo disumano i profughi Rohingya provenienti dalla Birmania (Myanmar). Invece di garantire tutela e protezione ai profughi di fede musulmana in fuga dalle persecuzioni in Birmania, i paesi vicini organizzano… »

15.02.2013

Birmania: ancora nessuna giustizia per i Rohingya

Birmania:  ancora nessuna giustizia per i Rohingya

A sette mesi dai tumulti e le violenze tra i Rohingya di fede musulmana e i Rakhine buddisti in Birmania, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) traccia un triste bilancio della situazione. Più di 960 Rohingya sono tuttora detenuti per una loro presunta partecipazione ai tumulti. In Birmania i detenuti… »

13.02.2013

Centesimo suicidio di monaci tibetani

Centesimo suicidio di monaci tibetani

In seguito all’ennesimo tragico suicidio di un giovane monaco buddista l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) accusa le autorità cinesi di aggravare la situazione in Tibet perseguitando i parenti e amici dei monaci suicidi invece di avviare finalmente una nuova politica per il Tibet che rispetti i diritti dei Tibetani. »

24.01.2013

Le vittime dei test atomici francesi chiedono giustizia

Le vittime dei test atomici francesi chiedono giustizia

Il presidente Hollande deve mantenere le sue promesse elettorali. Le vittime dei test atomici francesi nel Sahara, nel Pacifico meridionale ed ex-soldati francesi hanno chiesto al Presidente francese Francois Hollande di impegnarsi finalmente per un giusto risarcimento. La scorsa settimana le associazioni delle vittime delle tre regioni hanno scritto una… »

18.01.2013

Diverse migliaia di Tuareg sono in fuga dagli attacchi aerei sulla regione

Diverse migliaia di Tuareg sono in fuga dagli attacchi aerei sulla regione

Circa la metà dei 25.600 abitanti Tuareg della città di Kidal nel Mali nordorientale sono fuggiti negli scorsi giorni verso l’Algeria. L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) si è appellata all’Alto Commissariato per i Rifugiati dell’ONU (ACNUR) affinché garantisca che i profughi ricevano accoglienza e protezione in Algeria. L’accoglienza da… »

17.01.2013

Mali: Senza concessioni ai Tuareg, non potrà esserci una pace duratura

Mali: Senza concessioni ai Tuareg, non potrà esserci una pace duratura

A un anno dall’inizio della guerra civile in Mali, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) vuole ricordare che la causa per lo scoppio della guerra non è stata l’attività delle milizie radical-islamiche ma una rivolta della popolazione Tuareg. Il conflitto nella regione Tuareg si trascina ormai da decenni e potrà… »

20.12.2012

Le minoranze della Libia chiedono più diritti

Le minoranze della Libia chiedono più diritti

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) è preoccupata per la chiusura delle frontiere meridionali della Libia e la proclamazione della legge marziale nel sud del paese che colpisce soprattutto le minoranze non-arabe dei Toubou e dei Tuareg. Lo scorso 16 dicembre il governo libico ha deciso la chiusura delle frontiere… »

30.11.2012

Tutela per le religioni indigene dell’Indonesia

Tutela per le religioni indigene dell’Indonesia

Le religioni tradizionali della popolazione indigena dell’Indonesia devono essere tutelate. Questo è quanto hanno chiesto al governo indonesiano circa 700 delegati di 300 popoli indigeni dello stato insulare asiatico durante un congresso tenuto nella città di Surabaya. I delegati inoltre hanno chiesto che dalla carta d’identità venga eliminata l’indicazione della… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.