Associazione per i Popoli Minacciati

L'APM dà voce alle vittime delle violazioni dei diritti umani. Assieme alle vittime, ci impegniamo per i diritti delle minoranze etniche, linguistiche e religiose minacciate e perseguitate, dei popoli senza Stato e delle comunità dei popoli indigeni. Senza condizionamenti politici o ideologici rendiamo noti crimini contro l'umanità e accusiamo i responsabili di genocidi, di esodi di massa, di repressioni, di persecuzioni e di discriminazioni. Con il nostro stato consultivo presso le Nazioni Unite abbiamo il diritto di parola alle Conferenze internazionali. In questo modo consentiamo ai rappresentanti di queste minoranze l'accesso agli organi dell'ONU. La nostra organizzazione lavora al livello internazionale: l'APM si trova in Germania, Italia (Sudtirolo), Francia, Svizzera, Austria, Lussemburgo e Bosnia-Herzegowina. www.gfbv.it

Cile: Piñera dichiara lo stato di emergenza; la militarizzazione non è una soluzione

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) condanna la violenza delle forze di sicurezza cilene contro i manifestanti Mapuche. Un’ulteriore militarizzazione del conflitto, che cova da decenni, non serve a nessuno: Il fatto che il presidente Piñera abbia dichiarato lo stato…

Giornata della resistenza indigena: più visibile, più internazionale e più forte che mai

Il 12 ottobre è la “Giornata della Resistenza Indigena” – poiché con l’arrivo di Cristoforo Colombo sulle coste delle Americhe in questo giorno del 1492, iniziò l’oppressione dei popoli indigeni delle Americhe, la colonizzazione e lo sfruttamento sistematico del loro…

Corte Suprema del Brasile. Attesa decisione storica sui diritti delle terre indigene in Brasile

Per i popoli indigeni del Brasile la lotta per la propria terra è essenziale. Una decisione storica sulle loro opportunità future sarà presa oggi, mercoledì, dalla Corte Suprema brasiliana. Il tribunale si pronuncerà sul cosiddetto “Marco Temporal”: secondo questo principio,…

Diversi morti nell’area di insediamento degli Yezidi in Iraq

Mentre il mondo è concentrato sui drammatici sviluppi in Afghanistan, la Turchia ha iniziato attacchi aerei sulle aree di insediamento Yezidi in Iraq. In questo modo la Turchia, membro della NATO, sotto la guida dell’autocrate islamista Recep Tayyip Erdogan, sta…

Genocidio contro la popolazione Yezidi, Iraq: i continui litigi politici impediscono possibili soluzioni

Il 3 agosto ricorre il settimo anniversario del genocidio della popolazione yazidi di Sinjar (Shingal), in Iraq, da parte del cosiddetto “Stato Islamico” (IS). In questa occasione, l’Associazione per i popoli minacciati (APM) chiede una protezione più completa per questa…

Il politico di opposizione turco-kurdo Selahattin Demirtas premiato in Germania

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) accoglie con favore la decisione di onorare il politico curdo ancora oggi in prigione Selahattin Demirtas con il premio per i diritti umani 2021 della città di Weimar. Il consiglio comunale ha accettato ieri…

Brasile, protesta contro la nuova legge sulla demarcazione: un affronto ai popoli indigeni

La Commissione Costituzione e Giustizia della Camera dei Deputati brasiliana voterà oggi un progetto di legge che cambierebbe la procedura di demarcazione dei territori indigeni a scapito della popolazione indigena. Come riferisce l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM), l’Associazione dei…

Consiglio Artico: gli stati confinanti devono rispettare i diritti indigeni fondamentali

L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) chiede alla nuova presidenza del Consiglio Artico che i diritti indigeni alla terra e all’autodeterminazione siano rispettati e garantiti efficacemente. Oggi, giovedì 20 maggio, la Russia assumerà la direzione dell’organismo istituito 25 anni fa.…

La minoranza cristiana in Siria è quasi scomparsa

Dopo otto anni senza alcun segno di vita, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) sta perdendo la speranza di vedere i due vescovi rapiti nel nord della Siria il 22 aprile 2013. Il 22 aprile però, le campane della chiesa…

Ecuador, l’enorme numero di voti nulli è una protesta e un campanello d’allarme della popolazione indigena

Il neoeletto presidente Guillermo Lasso è ampiamente rifiutato dal popolo indigeno dell’Ecuador e l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) richiama l’attenzione dell’opinione pubblica su questo aspetto. Secondo il Consiglio Nazionale Elettorale, sono stati espressi 1.705.251 voti nulli, corrispondenti al 16,34%…

1 2 3 21