Associazione per i Popoli Minacciati

L'APM dà voce alle vittime delle violazioni dei diritti umani. Assieme alle vittime, ci impegniamo per i diritti delle minoranze etniche, linguistiche e religiose minacciate e perseguitate, dei popoli senza Stato e delle comunità dei popoli indigeni. Senza condizionamenti politici o ideologici rendiamo noti crimini contro l'umanità e accusiamo i responsabili di genocidi, di esodi di massa, di repressioni, di persecuzioni e di discriminazioni. Con il nostro stato consultivo presso le Nazioni Unite abbiamo il diritto di parola alle Conferenze internazionali. In questo modo consentiamo ai rappresentanti di queste minoranze l'accesso agli organi dell'ONU. La nostra organizzazione lavora al livello internazionale: l'APM si trova in Germania, Italia (Sudtirolo), Francia, Svizzera, Austria, Lussemburgo e Bosnia-Herzegowina. www.gfbv.it

Arresti di Masai in Tanzania

Le autorità della Tanzania il 28 giugno 2022 durante una protesta hanno arrestato decine di Masai e una ventina di loro sono ancora in carcere. Le circostanze del loro arresto suggeriscono ragioni politiche per la loro detenzione, come riferisce l’Associazione…

Giornata internazionale dei popoli indigeni

In occasione della Giornata internazionale dei popoli indigeni del 9 agosto, l’Associazione per i popoli minacciati (APM) richiama l’attenzione sulla situazione disperata in cui le comunità indigene sono sempre più spinte. Dall’Artico al Sudamerica, le materie prime dei territori indigeni…

Canada, richieste di risarcimento per i bambini indigeni costretti nei collegi

Papa Francesco deve garantire che le famiglie indigene in Canada siano risarcite per le sofferenze inflitte ai loro figli nei collegi. È quanto chiede l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) al Pontefice, che domenica inizierà un “viaggio di penitenza” di…

UE. Rendere trasparenti gli aiuti alla Siria e sostenere anche le regioni curde!

Relativamente agli aiuti umanitari che negli ultimi anni sono diretti nell’area di crisi siriana, l’Associazione per i popoli minacciati (APM), tramite Kamal Sido denuncia le evidenti distorsioni dell’intero sistema di aiuti, a partire da quello tedesco ma non solo. “Secondo…

Il Perù lascia campo libero alla mafia della droga

L’Associazione per i popoli minacciati (APM) ha appena appreso dal Perù che nella notte di martedì 22 marzo, tre indigeni Yanesha e Ashaninka sono stati assassinati. Gli omicidi hanno avuto luogo nella provincia di Puerto Inca. Due degli assassinati, Jesús…

Turchia: arrestate attiviste per i diritti delle donne

Questa mattina a Diyarbarkir (Turchia) 24 donne attiviste del movimento per i diritti delle donne sono state arrestate dalla polizia turca. Tra esse la presidente e parte del direttivo dell’associazione Rosa Kadın Derneğ. Dell’associazione Rosa Kadin, fanno parte artiste, registe,…

Cile, 11 marzo 2022: il presidente Gabriel Boric, speranza per il Cile indigeno, entra in carica

L’11 marzo il Cile vedrà un cambio di governo, che è anche un cambio di generazioni. Gabriel Boric, 35 anni, non è solo il più giovane presidente del Cile: a differenza dei suoi predecessori, non proviene dall’establishment di partito, ma…

Leonard Peltier deve finalmente essere liberato dalle carceri statunitensi!

Oggi, mercoledì, l’Associazione per i popoli minacciati (APM) ha chiesto nuovamente il rilascio dell’attivista indigeno Leonard Peltier, ormai gravemente malato. Il 77enne è rimasto imprigionato per 45 anni da innocente. Peltier è detenuto in isolamento nel carcere di massima sicurezza…

Land grabbing in Mauritania: diversi arresti dopo proteste pacifiche

Il 4 dicembre, nove persone che protestavano pacificamente per i diritti alla terra sono state arrestate a Ngawlé, in Mauritania. Sullo sfondo delle proteste c’è l’espropriazione illegale di terreni fertili agricoli nella regione dei Peul, come denunciato dall’Associazione per i…

Confine Polonia-Bielorussia Assistere i rifugiati, mettere la Bielorussia e la Turchia sotto pressione

Sullo sfondo del dramma al confine tra Bielorussia e Polonia, l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) alla Commissione UE di accogliere il più velocemente possibile i rifugiati bloccati al confine, nei paesi dell’UE. Questa immane tragedia umana e catastrofe umanitaria…

1 2 3 22