Appuntamento lunedì 21 marzo alle ore 14 presso l’Università di Macerata. Sarà possibile seguire l’evento anche online sulla piattaforma Teams

Lunedì 21 marzo 2022, in occasione della XVIII Giornata Internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, a Macerata si terrà il convegno dal titolo “Il razzismo e le sue rappresentazioni. Comunicazione, linguaggi e pratiche d’integrazione”.

L’incontro, organizzato all’interno del Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali di Unimc / Università degli Studi di Macerata, metterà insieme agli studi condotti dai docenti e dalle docenti di ateneo le esperienze di monitoraggio sul razzismo di importanti realtà come Associazione Carta di Roma e Lunaria, e prospettive di ricerca a più dimensioni.

Un incontro pluridisciplinare su un fenomeno complesso che si manifesta in innumerevoli forme e dimensioni, che a partire da eventi che ci hanno toccati sul piano locale, abbraccia una prospettiva globale di riflessione contro le discriminazioni di ogni genere e forma.

Dalle 14.00 alle 18.00
presso il polo Pantaleoni (via Pescheria vecchia a Macerata – prenotazione obbligatoria e obbligo di green pass)

oppure online sulla piattaforma Teams indicata alla pagina dell’evento https://spocri.unimc.it/it/site-news/eventi/il-razzismo-e-le-sue-rappresentazioni.-comunicazione-linguaggi-e-pratiche-di-integrazione

Le prenotazioni del posto in presenza in Aula Verde sono disponibili al link: Dipartimenti DED e DSPOCRI – Prenotazione Affluences

E’ possibile collegarsi all’evento tramite Microsoft Teams .

Per la partecipazione in presenza si prega di prenotare il posto in aula cliccando qui

Programma dettagliato sulla locandina

E’ previsto il riconoscimento di 1 CFU come attività didattica per gli studenti e le studentesse del dipartimento di SPOCRI: classi L-20; L-36; LM-19, LM-62. Ad eccezione dei corsi in lingua inglese. Gli studenti dovranno inviare via mail alla dott.ssa Giulia Messere, cultrice della materia e co-organizzatrice dell’iniziativa (g.messere@unimc.it) una breve relazione scritta (minimo 8.000 caratteri spazi inclusi) sugli argomenti trattati durante il Convegno.

L’evento muove dall’obiettivo di mettere a confronto più voci istituzionali, accademiche e associative impegnate nell’ambito della ricerca sulle discriminazioni, il razzismo e le pratiche di integrazione e intercultura, seguendo le prospettive più recenti date dall’Europa nella promozione e nella tutela dei diritti, unendo lo stato attuale della ricerca su razzismo e discriminazione al monitoraggio dei fenomeni ad essi connessi.

La realizzazione dell’incontro nella giornata del 21 marzo ha permesso il coinvolgimento dell’Unar, l’Ufficio Nazionale antidiscriminazioni razziali, e dell’associazione Arci Nazionale, oltre che le realtà di Carta di Roma e Lunaria e di studiosi e ricercatori.

L’incontro si aprirà con i saluti e l’introduzione da parte di Natascia Mattucci, presidente del Comitato unico di garanzia di Unimc, Filippo Miraglia, responsabile Commissione Immigrazione, diritto d’asilo e lotta al razzismo Arci Nazionale), Massimiliano Sport Bianchini, presidente Arci Macerata, e la partecipazione a distanza del direttore dell’Unar Triantafillos Loukarelis. Nella seconda parte del convegno, dedicata alla riflessione sullo stato attuale della ricerca su razzismo e discriminazione, sotto il coordinamento di Maria Letizia Zanier, docente UniMc, si susseguiranno gli interventi sotto i diversi profili dell’analisi storica, sociologica, di genere e di carattere associativo/organizzativo di Marcello Maneri e Fabio Quassoli dell’Università di Milano Bicocca, autori del volume “Un attentato quasi terroristico: Macerata 2018, il razzismo e la sfera pubblica al tempo dei social media”, Paola Barretta dell’Associazione Carta di Roma, Grazia Naletto di Lunaria, Paola Persano, Tatiana Petrovich Njegosh, Mathilde Anquetil, Giacomo Buoncompagni e Giulia Messere di Unimc.