Il coordinamento A.G.iTe[1] ha organizzato sabato mattina 12 febbraio 2022 un presidio in piazza Castello a Torino allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione ucraina e sui pericolosi venti di guerra che spirano dall’est-europa.

Al presidio hanno partecipato una quarantina di persone in rappresentanza delle organizzazioni che fanno parte del comitato, nato nel 2017 attorno al tema del trattato ONU per il bando delle armi nucleari.

Il coordinamento AGITE ha definito una piattaforma di proposte concrete a partire dalle richieste che la Rete Italiana Pace e disarmo ha fatto all’Italia e all’Europa per ridurre la tensione e favorire un accordo politico:

  • indisponibilità a partecipare e sostenere avventure militari;
  • ricerca di un accordo politico negoziato nel rispetto della sicurezza e dei diritti di tutte le popolazioni coinvolte;
  • richiedere gesti di distensione da parte della Russia e della Nato, cioè il ritiro dei soldati russi dalla frontiera ucraina e la rinuncia a fare entrare l’Ucraina nella Nato;
  • riportare la gestione della crisi all’interno dell’ONU;
  • cessare le forniture di armi alle parti in conflitto.

La situazione in Ucraina ricorda pericolosamente la condizione di tensione armata precedente alla Prima Guerra Mondiale in cui nessuna delle potenze coinvolte sembrava interessata alla guerra, ma è bastata una scintilla per fare esplodere un conflitto di una brutalità senza precedenti.

Risulta fondamentale mantenere desta l’attenzione dell’opinione pubblica su questa questione urgente, anche attraverso la ricostruzione di un movimento pacifista che dalle manifestazioni contro la guerra in Iraq del 2003 non è più riuscito ad organizzare grandi mobilitazioni: l’esperienza del coordinamento AGITE che raggruppa associazioni e singoli diversissimi su un tema di importanza capitale come il disarmo nucleare può essere preziosa per sanare divisioni e far convergere un vasto arco di forze verso proposte concrete di de-escalation della tensione in Ucraina.

[1] Il coordinamento di cittadine e cittadini, associazioni, enti e istituzioni locali contro l’Atomica, tutte le Guerre e i Terrorismi (A.G.iTe) www.agite-to.org