Pakistan, la Corte Suprema commuta due condanne a morte per motivi di disabilità mentale

10.02.2021 - Riccardo Noury

Pakistan, la Corte Suprema commuta due condanne a morte per motivi di disabilità mentale
(Foto di agenzia Dire)

Il 10 febbraio la Corte Suprema del Pakistan, accogliendo un ricorso basato sulla disabilità mentale, ha commutato in ergastolo le condanne a morte di Imdad Ali e Kaneezan Bibi, dopo rispettivamente 19 e 32 anni trascorsi in attesa dell’esecuzione.

Imdad Ali era stato condannato a morte per omicidio il 29 luglio 2002; Kaneezan Bibi, sempre per omicidio, era stata condannata a morte addirittura nel 1989.

Al termine delle 51 pagine della sentenza, la Corte Suprema ha raccomandato alle competenti autorità federali di assicurare che i prigionieri che non hanno più le funzioni mentali atte a comprendere i motivi della condanna alla pena capitale loro inflitta non siano messi a morte.

 

 

Categorie: Asia, Diritti Umani
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.