Referendum in Svizzera: no all’acquisto di nuovi cacciabombardieri

15.09.2020 - Pressenza Zürich

Quest'articolo è disponibile anche in: Francese, Tedesco

Referendum in Svizzera: no all’acquisto di nuovi cacciabombardieri
(Foto di liberales.nein.ch)

Il 27 settembre diversi esponenti del mondo militare e dei partiti di centro-destra voteranno contro l’acquisto di nuovi cacciabombardieri.

Molti svizzeri, anche non di sinistra, ritengono inopportuno un investimento di sei miliardi per l’acquisto di nuovi cacciabombardieri. In primo luogo, la popolazione e l’economia hanno bisogno di protezione contro le catastrofi naturali, gli attacchi cibernetici e le pandemie, oltre che di un sicuro approvvigionamento energetico. Spendere 6 miliardi per dei nuovi aerei militari è un investimento sbagliato. Inoltre, sebbene il referendum sia previsto per la fine di settembre, i cittadini non sono stati ancora informati sul tipo e numero dei nuovi caccia e sui costi nel lungo periodo.

Per questi motivi più di 60 svizzeri hanno sottoscritto una petizione contro questo acquisto. Tra i firmatari figurano esponenti del mondo militare, del GLP, del FDP, del CVP e dell’EVP (partiti del centro-destra – N.d.T). Ecco le dichiarazioni rilasciate al riguardo da Riccarda Schaller, co-presidentessa del GLP di Lucerna: “Vorrei un esercito efficiente e moderno. Si dovrebbero rivedere le sue priorità finanziarie. Credo che spendere 6 miliardi per dei cacciabombardieri non sia la migliore delle idee, in un momento in cui le catastrofi naturali, gli attacchi cibernetici, la produzione di energia elettrica e la pandemia rappresentano le nostre più grandi sfide.”

Anche Roger E. Schaerer, ufficiale militare, non è del tutto convinto: “Vogliamo sì un esercito, ma uno che guarda al futuro. È necessario un referendum, perché ci viene detto che un no significherebbe rimanere sprovvisti di forze aeree, ma non è stato presentato un piano B. Un No è una presa di posizione, riconosciuta a livello internazionale, a favore della nostra democrazia diretta e della nostra politica umanitaria pacifista e neutrale.”

Potete trovare la petizione in formato integrale con relativi firmatari su www.liberales-nein.ch

Traduzione dal tedesco di Emanuele Tranchetti

Revisione di Thomas Schmid

Categorie: Europa, Pace e Disarmo, Politica
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.