Esplosione di Covid-19 nell’Amazzonia ecuadoriana

23.06.2020 - Macas, Morona Santiago - Redacción Ecuador

Quest'articolo è disponibile anche in: Spagnolo, Francese

Esplosione di Covid-19 nell’Amazzonia ecuadoriana
Bambini che giocano in una comunità vicino a Macas, Morona Santiago. (Foto di Walker Vizcarra)

Da ogni angolo della foresta si levano voci che rivelano che la malattia si è diffusa a tutta velocità nel territorio amazzonico. La situazione delle comunità Shuar e Achuar nella regione più popolosa, Taisha, preoccupa le autorità. Mentre i dati ufficiali dicono che ci sono tre casi a Macuma, e quattro comunità colpite in tutta la regione, nella lista non compare la comunità di Kuamar, né i suoi 40 malati tra cui il proprio presidente.

Oltre alle difficoltà del sistema sanitario, un problema importante che incide sulla presenza di risposte tempestive è la mancanza di informazioni reali su quanto sta accadendo nelle 38 comunità Achuar (a Pastaza e Morona), così come nelle comunità Shuar di Sevilla Don Bosco, Canton Santiago, Tiwintza, Limón, Gualaquiza, Aguarico. Da tutto il sud dell’Amazzonia arrivano segnalazioni di comunità colpite.

Brigate Confeniae

Di fronte alla confusione sulla medicina da usare per affrontare un’inaspettata pandemia, le autorità Shuar e Achuar dei governi locali, le organizzazioni e le comunità, cominciano a raccogliere le esperienze di autoguarigione delle famiglie, rafforzando le conoscenze mediche della cultura Shuar, scambiando piante curative tra le comunità e organizzando workshop di elaborazione della medicina naturale. Zenzero, curcuma, aglio selvatico, limoni, arance e molto altro ancora, tutta la potenza della natura amazzonica è giocata per difendere i suoi abitanti. Ma nella disperazione e al di là dell’obbedienza al mandato della comunità di non abbandonare i propri morti, alcune persone sono state lasciate senza assistenza per paura e altri preparano cocktail con la medicina chimica. La gente sperimenta e cerca di curarsi come meglio può, mentre altri muoiono.

Il divieto del governatore della provincia di Morona Santiago di usare la medicina naturale contro la pandemia naturalmente non viene rispettato, così come non ha funzionato la chiusura delle comunità agli estranei, perché sono state le stesse autorità e i funzionari a portare il virus nella giungla: i leader politici e i consigli parrocchiali che distribuivano cibo di casa in casa approfittando di qualsiasi risorsa per la loro carriera politica senza rispettare le misure di sicurezza, i medici e militari arrivati dalla costa con il loro andirivieni, gli esportatori che non volevano perdere i loro raccolti e le compagnie estrattive che continuavano le attività nonostante l’opposizione dei proprietari del territorio indigeno.

Il governatore della provincia di Morona Santiago ha accusato pubblicamente le autorità indigene di mentire quando queste hanno denunciato i primi casi sospetti e il silenzio. Questa settimana ha visitato la Cordigliera del Condor insieme alla compagnia mineraria Lowell e all’esercito per distribuire cibo e medicine, approfittando dell’emergenza sanitaria per continuare a promuovere le miniere su larga scala, ignorando l’opposizione delle organizzazioni e il permesso delle autorità indigene di entrare. Le organizzazioni indigene CONAIE e CONFENIAE denunciano queste violazioni e fanno tutto il possibile per opporsi, ma ora niente sarà più sufficiente. Il rischio maggiore è di perdere gli anziani, che per gli indigeni sono come delle biblioteche culturali viventi da salvare.

Per maggiori informazioni suggeriamo di consultare il link alla Conferenza stampa della Nazionalità Achuar dell’Ecuador, tenutasi il 13 giugno.

È inoltre importante esaminare le informazioni dell’Osservatorio Sociale dell’Ecuador sull’evoluzione del Coronavirus per cantone, le quali forniscono il numero di casi accumulati e il tasso di infezione per 100.000 abitanti per ciascuno dei 221 cantoni raggruppati nelle rispettive province. Per calcolare il tasso, l’Istituto nazionale di statistica e censimenti [INEC] ha usato delle proiezioni della popolazione per il 2020.

Screenshot dell’evoluzione del coronavirus per cantone

In questo link, selezionando i casi accumulati è possibile consultare per ogni giorno il numero di contagi confermati di Covid-19 in ciascun cantone, e selezionando il tasso di infezione, è possibile fare confronti tra i cantoni per il numero di persone infette ogni 100’000 abitanti.

Continueremo a fornire informazioni.

Di Tania Laurini, Amazzonia ecuadoriana

 

Traduzione dallo spagnolo di Thomas Schmid

Categorie: Diritti Umani, Opinioni, Popoli originari, Salute, Sud America
Tags: , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

 

Solidarietà ai tempi del Coronavirus

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.