Croazia, avviata indagine su agenti di polizia che picchiarono un migrante

19.06.2020 - Riccardo Noury

Croazia, avviata indagine su agenti di polizia che picchiarono un migrante
(Foto di Amnesty International)

Per la prima volta dopo una lunga serie di episodi del genere, le autorità giudiziarie della Croazia hanno aperto un’inchiesta nei confronti di due agenti di polizia per il pestaggio di un migrante proveniente dall’Afghanistan nei pressi del confine con la Bosnia-Erzegovina.

I due agenti di polizia, in servizio presso la città di Karlovac, sono stati arrestati e sospesi dal servizio. Rischiano un procedimento amministrativo e anche giudiziario per gravi violazioni del loro dovere.

Appena una settimana fa, Amnesty International e il Guardian avevano denunciato episodi di tortura e umiliazioni ai danni di migranti e richiedenti asilo lungo la zona di confine tra Croazia e Bosnia ed Erzegovina.

 

Categorie: Diritti Umani, Europa
Tags: , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.