Tel Aviv, 1° febbraio: ebrei e arabi insieme per la pace

04.02.2020 - Pressenza Athens

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo, Francese, Tedesco, Greco

Tel Aviv, 1° febbraio: ebrei e arabi insieme per la pace

Circa un migliaio di persone, ebrei e arabi, hanno marciato insieme il 1° febbraio per protestare con la seguente dichiarazione:  “L’accordo Trump-Netanyahu è una minaccia per il futuro di entrambe le nazioni. Si tratta di un accordo unilaterale che non porterà la pace, la giustizia o la risoluzione dei conflitti, ma diffonderà ancora più violenza. Il piano dà il via libera al governo per annettere la Cisgiordania, cedere ai dettami dei coloni estremisti e negare la cittadinanza a centinaia di migliaia di cittadini arabi israeliani che vivono nel Wadi Ara e nel triangolo.”

Indetta dal movimento popolare “Standing Together”, la manifestazione si è tenuta sabato 1° febbraio in piazza Dizengoff a Tel Aviv. I partecipanti hanno organizzato una “marcia d’emergenza” per chiedere sicurezza per le loro vite, le loro famiglie e i loro figli, oltre a negoziati per porre fine all’occupazione e portare la pace tra i due Stati, Israele e Palestina.

Traduzione dal francese di Sofia Turati

Standing together

Categorie: Diritti Umani, Medio Oriente, Pace e Disarmo
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.