La Spagna si offre come sede alternativa per il vertice COP25

01.11.2019 - Redacción Madrid

Quest'articolo è disponibile anche in: Spagnolo

La Spagna si offre come sede alternativa per il vertice COP25

Sebastián Piñera ha annunciato mercoledì scorso che il prossimo vertice COP25 sui cambiamenti climatici, previsto per i primi giorni di dicembre, non si svolgerà a Santiago del Cile a causa della situazione di crisi del paese; il governo provvisorio di Pedro Sánchez ha allora proposto di ospitarlo in Spagna, con la generosa offerta che sia il Cile, se Piñera lo riterrà appropriato, a continuare a organizzarlo anche se il vertice si terrà a Madrid. La decisione sarà presa la prossima settimana presso la sede della Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici nella città tedesca di Bonn.

L’offerta di Pedro Sanchez viene considerata da alcuni una proposta elettorale (il prossimo 10 novembre si voterà in Spagna), mentre per altri è stata un’occasione mancata per denunciare la violazione dei diritti umani da parte del governo di Piñera. Secondo questi ultimi l’offerta non doveva per forza comportare il fatto che il Cile rimanesse l’organizzatore del vertice.

Nel frattempo Greenpeace ha espresso preoccupazione per la sospensione della riunione COP25 a Santiago con una dichiarazione del suo direttore esecutivo internazionale, Jennifer Morgan: “Nell’annunciare che non può ospitare la COP25, il governo del Cile non deve fermare il dibattito nella società cilena sull’ingiustizia ambientale e sociale. Siamo in una crisi climatica: il dialogo civile e il diritto alla protesta pacifica devono essere mantenuti. Rimandare una riunione non rinvia il cambiamento climatico e il suo impatto proprio sulle persone che Piñera sostiene di proteggere. Non c’è mai stato un momento così importante per ascoltare le voci. In tutto il mondo, la gente invoca il cambiamento. I canali di dialogo vanno tenuti aperti. I leader non possono nascondersi, ma devono ascoltare le richieste della gente e agire con urgenza sull’impatto della crisi climatica sul nostro pianeta e sul nostro tessuto sociale”.

Traduzione dallo spagnolo di Anna Polo

 

 

 

Categorie: Ecologia ed Ambiente, Internazionale
Tags: , , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 22.01.20

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

Chiudiamo le pagine di chi spegne i sorrisi

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.