Foto: Marcelo Rivera, William Tipán y Walker Vizcarra

Video: Walker Vizcarra

In Ecuador proteste e paralisi a livello nazionale continuano da nove giorni, dopo che il governo ha decretato l’eliminazione dei sussidi e altre misure economiche.

La protesta è salita di tono e la polizia ha mostrato il suo lato più repressivo. Le mobilitazioni si sono concentrate nelle zone intorno all’Assemblea Nazionale, nel centro nord della capitale Quito. Non si vedono grandi possibilità di dialogo. L’angoscia continua, con l’aumento del numero di feriti e detenuti e la perdita di vite umane.