repressione

11.04.2019

Milano, da città esclusiva a città escludente

Milano, da città esclusiva a città escludente

Martedì 16 aprile 2019 dalle ore 14:30 alle 16:30 Aula 20, dipartimento Scienze Politiche Via Conservatorio 7, Milano Organizzato da Fuori Luogo La frontiera si è costruita a partire da relazioni di scambio, di contaminazione e come spazio di approdo: che fosse geografica, culturale, politica, sociale… »

26.03.2019

In Burundi scoppia la protesta social: “Liberate le ragazze degli scarabocchi”

In Burundi scoppia la protesta social: “Liberate le ragazze degli scarabocchi”

Tre adolescenti si trovano in carcere dalla settimana scorsa per aver scarabocchiato sulla foto del presidente. Sono accusate di vilipendio del capo dello Stato. “Scarabocchiare non è un crimine“, “Liberate le nostre ragazze”: con questi slogan molti utenti social stanno esprimendo solidarietà a tre adolescenti detenute con l’accusa di “vilipendio del capo… »

23.01.2019

#3annisenzaGiulio, tre anni senza verità

#3annisenzaGiulio, tre anni senza verità

Il 25 gennaio, per il terzo anno, migliaia e migliaia di fiaccole si accenderanno in più di 100 città italiane: alle 19.41 esatte, l’ora in cui il 25 gennaio 2016 al Cairo Giulio Regeni diede notizie di sé per l’ultima volta prima di essere inghiottito dal collaudato sistema repressivo egiziano… »

15.01.2019

Sudan, la giornalista Napoli: l’UE faccia di più per i diritti

Sudan, la giornalista Napoli: l’UE faccia di più per i diritti

Per contrastare la repressione violenta del dissenso in Sudan e “cercare di ottenere qualche effetto positivo”, le autorità  europee “devono pressare”, in particolare facendo leva su “economia e business”. Così oggi all’agenzia ‘Dire’ la giornalista Antonella Napoli, intervistata a margine di una conferenza stampa di ritorno da Khartoum. Secondo Napoli,… »

12.01.2019

Condannati per aver difeso dei posti di lavoro

Condannati per aver difeso dei posti di lavoro

Una sentenza che ha tutto il sapore di atto repressivo e intimidatorio verso coloro che si oppongono alle politiche di sfruttamento e di riduzione dei dirritti dei lavoratori. »

13.12.2018

Regeni, il Parlamento Europeo chiede la verità: posizione unitaria sull’Egitto

Regeni, il Parlamento Europeo chiede la verità: posizione unitaria sull’Egitto

Il Parlamento esorta gli Stati membri a porre fine all’export verso l’Egitto di tecnologie di sorveglianza che possono facilitare gli attacchi informatici contro i difensori dei diritti umani e gli attivisti. Il Parlamento Europeo chiede verità per Giulio Regeni. I deputati hanno sottolineato oggi che l’Egitto ha nuovamente respinto la… »

14.11.2018

UNGHERIA: Come distruggere una democrazia in 7 semplici mosse

UNGHERIA: Come distruggere una democrazia in 7 semplici mosse

Durante la prima conferenza dei giovani ricercatori d’Irlanda (IPRC 2018) tenutasi il 9 novembre alla Dublin City University, è intervenuta la parlamentare europea dei verdi Judith Sargentini, che nei mesi scorsi ha presentato il report sullo stato di diritto in Ungheria poi votato dalla maggioranza del Parlamento… »

01.11.2018

Turchia, il più grande carcere al mondo per giornalisti, dove il regime di Erdogan uccide il pensiero

Turchia, il più grande carcere al mondo per giornalisti, dove il regime di Erdogan uccide il pensiero

In Turchia se sei giornalista non vieni ucciso a bruciapelo con raffiche di mitra o un colpo di pistola alla testa come in Messico. Uccidono il tuo pensiero, ti chiudono in un carcere e non ti permettono più di vedere il mondo. Come è avvenuto per Ahmet Altan, tra i… »

09.09.2018

Egitto, decine di condanne a morte ed ergastoli, altre 612 a pene detentive

Egitto, decine di condanne a morte ed ergastoli, altre 612 a pene detentive

L’8 settembre un tribunale del Cairo ha emesso il verdetto nei confronti di 739 imputati accusati di vari reati in relazione al violentissimo sgombero dei sit-in di piazza al-Rabaa al-Adawiya e piazza al-Nahda il 14 agosto 2013. Sono state emesse 75 condanne a morte, 47 condanne all’ergastolo e altre 612 condanne a pene varianti da cinque a 15 anni. I 739 imputati… »

22.08.2018

Cadute le accuse contro Chase Iron Eyes per la resistenza all’oleodotto Dakota Access

Cadute le accuse contro Chase Iron Eyes per la resistenza all’oleodotto Dakota Access

In North Dakota, i pubblici ministeri hanno lasciato cadere tutte le gravi accuse nei confronti dell’ex candidato al Congresso dello Stato Chase Iron Eyes, che rischiava fino a sei anni di prigione per la sua partecipazione alla resistenza contro l’oleodotto Dakota Access. “Parliamo degli arresti” aveva dichiarato Chase Iron Eyes… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


video 10 anni Pressenza

Eventi 10 anni di Pressenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.