La Sea-Watch chiede l’intervento della Corte Europea dei diritti dell’uomo

24.06.2019 - Redazione Italia

La Sea-Watch chiede l’intervento della Corte Europea dei diritti dell’uomo
(Foto di https://www.facebook.com/seawatchprojekt/)

La Sea-Watch ha chiesto alla Corte Europea dei diritti dell’uomo di adottare misure urgenti e provvisorie per “impedire serie e irrimediabili violazioni dei diritti umani” e permettere lo sbarco dei migranti al bordo della nave ormai da dodici giorni.

“Le persone rimaste a bordo ci chiedono fino a che punto bisogna sentirsi male per potere essere sbarcate. Alcuni naufraghi cominciano a minacciare di buttarsi in mare” denuncia su twitter l’Ong tedesca. “Procedere a sbarchi parziali è estenuante, difficile anche spiegarlo a chi rimane a bordo” spiega la portavoce Giorgia Linardi.

Intanto l’arcivescovo di Torino, monsignor Nosiglia, ha annunciato oggi la disponibilità della sua diocesi ad accogliere senza oneri per lo Stato i migranti della Sea-Watch, mentre la Commissione Europea ha lanciato un appello agli Stati membri per trovare una soluzione per le persone rimaste sulla nave.

 

Categorie: Europa
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.