Il 7 di agosto è entrato in carica il nuovo presidente , Iván Duque, di destra e della corrente di Uribe (ex presidente, di destra ed accusato di fomentare le bande paramilitari, N.d.T.); è avvenuto tra un’ondata di assassinii a leades sociali e sindacali che va avanti da alcuni mesi. Una delle preoccupazioni principali è anche il fatto che Duque è favorevole a una revisione degli accordi di pace stpulati tra l’ex-presidente Santos e le FARC.

Per tutto questo il senatore Gustavo Petro, leader del Movimento Colombia Humana, sconfitto al secondo turno delle presidenziali, ha convocato in tutto il paese le Marce per la Vita e la Pace. A Bogotá, le numerose marce confluirono in Plaza de la Hoja, dove si sono riunitedecine di migliaia di persone.

Foto e articolo di Diana Hernández

 

Traduzione dallo spagnolo: equipe traduttori Pressenza