Red for Ed: la rivoluzione rossa degli insegnanti va avanti

08.04.2018 - Amy Goodman

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo

Red for Ed: la rivoluzione rossa degli insegnanti va avanti
(Foto di Countercurrents)

Se percorri la strada meridionale tra Frankfort, la capitale del Kentucky, e Oklahoma City, in Oklahoma, il punto a metà strada sarà Memphis, nel Tennessee. Il percorso forma un arco, una forma rimasta nelle menti di molti in questo 50 ° anniversario dell’assassinio di Martin Luther King Jr. Parafrasando l’abolizionista Theodore Parker, King ha detto: “L’arco dell’universo morale è lungo, ma si piega verso la giustizia”. King fu ucciso a colpi di arma da fuoco il 4 aprile 1968, mentre sosteneva i netturbini in sciopero a Memphis. Mezzo secolo dopo, migliaia di insegnanti sono in sciopero dal Kentucky all’Oklahoma.

La notte prima si essere ucciso, il Dr King diede uno dei suoi discorsi più famosi e profetici. Dichiarò: “Sono stato in cima alla montagna”, ma all’inizio del discorso, King, un ardente attivista sindacale, parlò agli straordinari netturbini che era a Memphis per sostenere: “Ogni volta che sei impegnato in un lavoro che serve l’umanità ed è per il miglioramento dell’umanità, questo ha dignità e ha valore. Stai ricordando non solo a Memphis, ma stai ricordando alla nazione che è un crimine per le persone vivere in questa ricca nazione e ricevere una paga da fame”.

Gli scioperi degli insegnanti fanno parte di una rivolta nazionale che stava crescendo da mesi, passando da uno stato rosso (ossia repubblicano, N.d.T.) all’altro. In West Virginia, gli insegnanti hanno lanciato uno sciopero selvaggio per nove giorni, ottenendo un aumento di stipendio e importanti protezioni riguardo all’assicurazione sanitaria. In Arizona, hanno organizzato proteste per chiedere un aumento salariale e in Oklahoma e Kentucky sono usciti dalle scuole.

Gli stipendi degli insegnanti in Oklahoma sono al penultimo posto della nazione. Il giornalista laburista Mike Elk, parlando da Tulsa, ha detto durante il notiziario “Democracy Now!”: “L’Oklahoma dal 2009 ha fatto più tagli al bilancio di qualsiasi altro stato nel paese… lo stato ha passato un aumento di $ 6.000 di stipendio per gli insegnanti, ma gli insegnanti dicono che serve molto di più. Si tratta di finanziare le aule. Si tratta di avere libri di testo.”

Uno di questi insegnanti straordinari, Andrea Thomas, e suo marito sono entrambi insegnanti di scuola pubblica di lunga data a Oklahoma City. Ha spiegato la settimana scolastica di quattro giorni, una manovra di riduzione dei costi utilizzata in molti distretti di tutto lo stato: “Ci affidiamo a quel quinto giorno ora per i nostri lavori extra … Pulisco le case. Mio marito vende persino il plasma”. Parliamo del suo plasma, un derivato del sangue.

Mickey McCoy ha parlato con “Democracy Now!” Di Frankfort, Kentucky, è un insegnante in pensione e ci ha detto: “Io e la maggior parte dei miei fratelli e sorelle, arrivati tra i 12.000 e i 15.000 l’altro giorno, siamo preoccupati per questa guerra contro l’istruzione pubblica… se questo è permesso in Kentucky o in qualsiasi altro stato, stiamo creando una nazione divisa tra ricchi e poveri. Non permetteremo che accada. No, non nel Kentucky.”

Attica Scott, la prima donna afro-americana a servire nella legislatura del Kentucky in oltre 20 anni, ha aggiunto: “Abbiamo bisogno di più di quella giusta rabbia che il Dr. King ha avuto. Abbiamo bisogno di più persone davanti ai municipi che affermino che il Kentucky merita di meglio”. Ha spiegato come la Statehouse controllata dai Repubblicani abbia sventrato il programma di pensione statale la settimana scorsa, cambiando surrettiziamente una proposta di trattamento delle acque reflue. “Il giovedì prima del Venerdì Santo, quella mattina era destinata alle acque reflue. E nel pomeriggio, era diventato il cosiddetto disegno di legge sulla riforma delle pensioni”. Ha aggiunto: “Il governatore ei suoi seguaci nell’assemblea legislativa sono determinati a distruggere l’istruzione pubblica”. Seduti l’uno accanto all’altro, sia McCoy che Rep. Scott hanno indossato il rosso come sostegno a “Red for Ed”, movimento che ha creato un’ondata di rosso dentro e fuori il Parlamento

Uno dei più stretti alleati di King e suo mentore nella pratica della resistenza civile nonviolenta era il reverendo James Lawson. Lawson è ancora vivo, sta ancora lottando e, essendo coetaneo di King, ha 89 anni.

“Non possiamo sperare che la nostra democrazia abbia successo, sia efficace, se non hai persone che lavorano in unità organizzate che possano prendersi cura dei loro benefici economici… che possano occuparsi delle questioni di giustizia”, dice Lawson su “Democracy Now!” “Abbiamo bisogno di milioni di persone che lavorino in organizzazioni forti localmente, dove possano conoscerne i veri problemi, vedersi, lavorare insieme, effettuare cambiamenti dove vivono “.

C’è un arco, tra comunità in lotta, tra generazioni, un arco nel tempo che secondo Martin Luther King Jr. è inclinato verso la giustizia. King ha versato il suo sangue molte volte, subendo ferite e attacchi per tutta la vita. L’ha versato l’ultima volta a Memphis, lavorando in solidarietà con gli scioperanti. Cinquant’anni dopo, un insegnante in Oklahoma vende il suo sangue per sbarcare il lunario. La lotta continua.

 

L’articolo originale è disponibile a questo link

 

Traduzione dall’inglese di Mariapaola Boselli

Categorie: Educazione, Nord America, Opinioni
Tags: , , , , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Forum Umanista Europeo 2018

Diritti all'informAZIONE

Video presentation: What Pressenza is...

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Stop Fiscal Compact: firma la petizione!

Stop Fiscal Compact: firma la petizione!

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.