Bugiardi, dannati bugiardi, e Boris Johnson

18.03.2018 - Leopoldo Salmaso

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo

Bugiardi, dannati bugiardi, e Boris Johnson
(Foto di Flickr modificata)

Gli anglosassoni dicono che ci sono tre categorie di bugiardi: Bugiardi, Dannati Bugiardi, e…
Ebbene, sembra proprio che il titolo di dannato-dannato-bugiardo spetti a Boris Johnson, il ministro degli esteri inglese.

Il ministro, spalleggiato dal premier Theresa May e dal fragore dei media mainstream, aveva provocato un’isteria collettiva nei paesi NATO con accuse e minacce tanto violente quanto infondate contro Vladimir Putin, a proposito del presunto avvelenamento della ex spia sovietica Skripal con un gas nervino ‘di un tipo sviluppato dalla Russia’.
Nell’ultima settimana quelle accuse sono state smontate da pochi ma determinati personaggi fra i quali spiccano due illustri cittadini britannici: il segretario del partito Laburista Jeremy Corbyn e l’ex Ambasciatore Craig Murray.
Pressenza ha riferito in dettaglio, specialmente qui e qui e qui.

L’autogol inglese si è rivelato in tutto il suo clamore quando il premier francese Macron, chiaramente irritato per essersi fatto coinvolgere in un comunicato congiunto ostile e infondato, ha dovuto correre ai ripari e dichiarare che la Francia “non si occupa di fantapolitica. Una volta che i fatti saranno provati, allora delle decisioni saranno prese”. Anche in Germania il ministro degli Esteri uscente e altre voci notevoli si sono nettamente dissociate dalle accuse inglesi.

La sera di sabato 17/3 Boris Johnson è tornato all’attacco, nuovamente spalleggiato dai media mainstream che proclamano a gran voce: “Boris ha detto che ha le prove”. Ma l’ex-Ambasciatore Craig Murray ha smontato anche il secondo attacco dimostrando, con la flemmatica professionalità appresa nelle scuole di diplomazia di Sua Maestà, che Boris ripercorre la medesima tattica: usare formule verbali che lasciano credere una cosa senza averla affermata.

Un risultato, molto probabilmente, Boris lo ha già ottenuto: far vincere Putin il mandato per i prossimi sei anni con un margine ancora più alto del previsto.

Adesso stiamo a vedere. Se tanto mi da tanto, al terzo attacco a testa bassa non sarà neppure necessario ribattere: come nella storia di Pierino e il lupo, il governo inglese si sta screditando da solo.

 

 

Categorie: Cultura e Media, Europa, Internazionale, Opinioni, Pace e Disarmo, Politica, Questioni internazionali
Tags: , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.

maltepe escort