I piloti tedeschi si rifiutano di rimpatriare i profughi afgani

06.12.2017 - Redazione Italia

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo, Francese

I piloti tedeschi si rifiutano di rimpatriare i profughi afgani
Vista aerea dell'aeroporto di Francoforte (Foto di Wikimedia Commons)

Tra gennaio e settembre di quest’anno 222 piloti tedeschi si sono rifiutati di riportare in Afghanistan profughi e migranti accolti fino a quel momento in Germania. Il governo considera l’Afghanistan un paese sicuro e allo stesso tempo nel sito ufficiale del Ministero degli Esteri sconsiglia ai cittadini tedeschi i viaggi in alcune zone per il forte rischio di attentati.

Una contraddizione e un’ipocrisia denunciate da Amnesty International Germania e da altre organizzazioni – è infatti vietato rimpatriare persone in paesi dove rischiano la vita –  che hanno provocato la reazione di chi non vuole rendersi complice di un’espulsione disumana: la maggior parte dei voli cancellati per Kabul doveva partire dall’aeroporto di Francoforte, soprattutto  con la compagnia Lufthansa, ma anche con Eurowings, Germanwings, Qatar Airwars, Air Algerie e Air Berlin.

La notizia della protesta si è diffusa in seguito alla risposta del governo tedesco a un’interrogazione parlamentare presentata dalla Linke.

Categorie: Asia, Diritti Umani, Europa
Tags: , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


App Pressenza

App Pressenza

Diritti all'informAZIONE

Video presentation: What Pressenza is...

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.