Evo invita il mondo a ripudiare le guerre e gli interventi militari

26.04.2017 - La Paz - Agencia Boliviana de Información - ABI

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo, Greco

Evo invita il mondo a ripudiare le guerre e gli interventi militari

Martedì, il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha invitato il mondo intero ad unire le forze per ripudiare la minaccia delle guerre e degli interventi militari da parte di alcuni paesi, preoccupati di accaparrarsi risorse naturali e che non rispettano i diritti umani.

“Da qui, invito il mondo intero ad unire gli sforzi per ripudiare energicamente ogni conflitto armato, ogni intervento militare non richiesto con la scusa di garantire i diritti umani; essi non difendono la democrazia, ma inseguono le risorse naturali”, ha detto nell’atto di celebrazione dei 126 anni dalla creazione del Colegio Militar del Ejército, a La Paz.

Ha espresso la speranza che tutti, non soltanto i movimenti sociali e le organizzazioni, ma anche i presidenti che condividono la lotta per la pace, “garantiscano” la sovranità e l’autodeterminazione dei popoli come migliore strumento a garanzia della vita.

Morales ha lamentato il possibile utilizzo di armi nucleari che “distruggerebbero” la vita e l’umanità, come quando 70 anni fa, un attacco nucleare colpì Hiroshima e Nagasaki.

Ha segnalato che ora l’economia capitalista non dipende dall’apertura dei mercati, né dal libero commercio, bensì dalla conquista militare o dall’invasione dei territori di paesi in possesso di materie prime strategiche.

“La guerra è il supporto del capitalismo; coloro i quali sostengono il capitalismo, sostengono la guerra, la filosofia della morte e la distruzione”, ha detto.

Il presidente ha puntualizzato che “l’imperialismo” nordamericano ha bisogno di sostenere il proprio complesso militare; per questo, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, quest’anno ha aumentato del 10% le risorse per le spese militari.

“Quest’anno, erano stati programmati 650.000 milioni di dollari; con l’arrivo del nuovo presidente, sono aumentati di più del 10 per cento: 54.000 milioni di dollari per gli interventi militari” – ha precisato.

Il presidente ha aggiunto che i nuovi conflitti internazionali degli ultimi anni “portano con sé un carico di bugie” e hanno un proprio sistema di manipolazione come in Iraq, Siria, Libia e Afghanistan, usando le scuse del terrorismo o del narcotraffico.

 

Traduzione dallo spagnolo di Cristina Quattrone

 

Categorie: Internazionale, Pace e Disarmo
Tags: , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 15.11.19

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.